Utente 470XXX
Buonasera Dottori sono stato operato di emorroidi 3grado 12 giorni fa con metodo thd e il dolore è stato da subito molto forte. Ho fatto toradol per oltre una settimana e ho sospeso solo perché il psicologo che mi ha operato ha evidenziato fosse un uso eccessivo. Seguo pedissequamente i consigli igienici e alimentari e infatti le feci sono morbide.Dopo circa 4gg dall' intervento si sono presentati dei trombi x i quali il proctologo mi ha prescritto ruscoroid, asserendo che si sarebbero riassorbiti (me lo ha riferito a visita di controllo 7gg dopo intervento). Oltre a nn essersi riassorbito credo siano aumentati e il dolore che provocano è un bruciore insopportabile che mi raggiunge post evacuazione circa 40 secondi dopo (Non durante) e dura per 6 8 ore e gli antinfiammatori nn hanno alcun effetto. Domani andrò di nuovo in ospedale in quanto l ho pregato di riguardarmi di nuovo, essendo ormai sfibrato dal dolore. Volevo chiedere , visto che sto perdendo fiducia:
1 vi sembra stia sottovalutando il mio stato?
2 trombi così dolorosi e pronunciati se incisi mi faranno stare meglio?
3 il fatto che mi abbia prescritto solo ruscoroid e antinfiammatori generici tachi1000 o Aulin non è sintomatico di una sottovalutazione del problema.
Sono disperato e distrutto dal dolore secondo voi se tergiversa ancora senza incidere devo rivolgermi ad un altro? A due settimane dall' intervento non miglioro anzi...lo so che non potete darmi una diagnosi, ma vi prego di aiutarmi a capire se devo rivolgermi a qualcun altro.. ovviamente il proctologo continua a dirmi che l'intervento è riuscito. Grazie dell' attenzione

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente.
La trombosi emorroidaria dopo una THD rappresenta una complicanza, per riassorbirsi, tali trombi, possono richiedere anche qualche settimana. A distanza, non conoscendo le dimensioni e la gravità della trombosi, non posso assolutamente dirle quale potrebbe essere la terapia più opportuna. Se ha delle perplessità nulla vieta la richiesta di un secondo parere.
Cordiali saluti
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 470XXX

Buongiorno dottore. Sono stato a controllo e oltre al mancato riassorbimento dei trombi, il mio dottore ha identificato una ragade. Ed è proprio questa che mi provoca questi dolori lancinanti. Mi ha prescritto anonet actirag x 2 vlt al giorno e proctonorm 2cp al giorno, dicendo che devo avere pazienza mentre i trombi asserisce che si ammorbidiranno non necessitando di intervento chirurgico. Dovrebbero rimanere solo delle Marische asintomaticahe. Volevo chiederle se la ragade è una complicanza "normale" nel cado di thd visto che non ne ho mai sofferto e se ritiene la terapia adeguata. Una ragade post intervento di quanto tempo ha bisogno x sanarsi?
Grazie