Utente 485XXX
Il 15 novembre sono stato operato di emorroidi recidive di 3/4 grado con metodo THD.
Preciso che fui operato con lo stesso metodo nel 2009 ma già nel post operatorio avevo notato la fuoriuscita di qualcosa dall'ano come Se fossero riuscite subito le emorroidi.

Anche questa volta ho la sensazione che siano già tornate fuori... sono abbastanza preoccupato perché per colpa di queste dannate emorroidi non faccio vita..
Dopo l'operazione del 2009 pensavo di aver risolto...
Adesso mi sono risottoposto all'operazione ed ho senso di prurito e quando mi faccio il bidet e quindi tocco l'ano per pulire bene sento delle protuberanze esterne..senso di prurito e fastidio..
Ho fatto un primo controllo dopo 7 giorni dall'operazione e mi è stato detto che era tutto ok.. ma la visita è stato semplicemente un toccare la parte esterna dell'ano senza Entrare.. è molto veloce.. insomma mi ha appena sfiorato..
È possibile che le protuberanze esterne siano normali e che si riassorbiranno?
Al momento come cura mi ha dato solo le arvenum due volte al giorno ... oltre all'antibiotico che ho preso per 5 giorni dopo l'operazione.
Spero di ricevere risposte incoraggianti perché sono molto scoraggiato

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La sola THD non è indicata nel prolasso di 3/4 grado.
A distanza non possiamo né "incoraggiarla" né "scoraggiarla".
A distanza non è possibile contraddire quello che le è stato detto.
Solo con una visita potrei dirle se è presente un residuo di malattia emorroidaria.
Attenda e se avrà ancora qualche perplessità richieda una nuova visita diretta.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 485XXX

Grazie dottor D’Oriano... ma a questo punto io mi chiedo.. perché se già a prescindere per emorroidi di 3/4 grado la sola metodica del THD con Pessia non è valida il mio chirurgo me l’ha praticata?
Io veramente non capisco, e parliamo cmq di un chirurgo che la pratica da quando uscì.
Poi la mia domanda è con questa metodica che le emorroidi siano di 1/2/3/4 grado con prolasso esterno.. è possibile che dopo l’intervento si presentino queste protuberanze che poi col tempo si ritirano in sede? Oppure è assolutamente una cosa che con questa tecnica non succede?
Cioè ci sono cose che possono succedere e cose che non possono succedere.. queste tra quali è?..
La ringrazio nuovamente per la disponibilità :)

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile utente.
La pessia ha fatto compiere un passo avanti alla Thd nei prolassi emorroidari di II/III grado, ma personalmente non l'applico mai nel prolasso di quarto grado.
Emorroidi prolassate di quarto grado hanno creato delle aderenze e delle modificazioni, a livello del margine cutaneo, tali da rendere difficile con Thd+pessia una permanente risalita delle emorroidi e la scomparsa delle pliche cutanee ipertrofiche(marische).
Questo potrebbe essere il motivo della recidiva e della sua attuale insoddisfazione.
Non conosco nello specifico la sua situazione, quindi non posso aggiungere altro.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com