Utente 580XXX
Buonasera, ho 28 anni e poco più di 3 settimane fa sono stata operata per emorroidi di 2 grado con metodo thd.
1 settimana dopo l’operazione, durante un’evacuazione, ho sentito uscire una specie di pallina dura e nera.
Terrorizzata dal possibile ritorno dell’emorroide in così poco tempo, mi sono fatta visitare dal medico che mi aveva operata e mi ha diagnosticato una marisca trombizzata formatasi sopra a un punto dell’operazione.
Mi ha prescritto crema antrolin nell’attesa del suo riassorbimento.
Ad oggi la pallina esce ad ogni evacuazione anche se mi sembra ridotta di volume.
Per le 2/3 ore successive e durante l’evacuazione provo bruciore e dolore che riesco a controllare solo con toradol, che assumo fino a 3 volte al giorno per riuscire a lavorare e condurre una vita il più possibile normale.
Inoltre avverto una sensazione di corpo estraneo nell’ano.
Può essere la marisca?
E anche tutti questi dolori a volte insopportabili possono essere ricondotti ad essa?
Pensavo che il recupero sarebbe stato decisamente più rapido, ovviamente non pensando alla complicanza della marisca.
Ormai sopporto da mesi tra i dolori delle emorroidi prima e quelli del post operatorio.
Nell’attesa di una nuova visita di controllo dal mio proctologo speravo in qualche parere.
Grazie.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
È una complicanza possibile e la sintomatologia riferita è compatibile con quanto è successo.
Bisognerà attendere il completo riassorbimento del trombo per valutare una correzione della marisca.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 580XXX

La ringrazio per la sua risposta. Siccome più vanno avanti i giorni e più la situazione invece di migliorare sembra peggiorare volevo chiederle, non intendendome, quanto può essere lungo il processo di riassorbimento del trombo. Negli ultimi giorni i dolori post evacuazione sono davvero tremendi tanto da passare le nottate in bianco, mentre la settimana scorsa sembrava andare meglio tanto che mi ero illusa fosse finalmente in riassorbimento. Lunedì avrò una nuova visita di controllo a due settimane da quella precedente ma non so cosa potrebbe essere cambiato visto che il male sembra essere quasi aumentato. Ci potrebbero essere soluzioni alternative e più efficaci rispetto alla semplice attesa del riassorbimento? Sperando sempre che l’esito dell’operazione THD sia sempre positivo. La ringrazio per la disponibilità!

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
L' incisione e la mungitura del coagulo, questo sempre attenendoci alla diagnosi che le è stata fatta.
Sull'esito della Thd è ancora presto.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente 580XXX

Buonasera,
Volevo informarla dopo il controllo dal proctologo. Dopo tanta sofferenza abbiamo finalmente capito che il problema dei miei bruciori e di quella pallina che esce durante l’evacuazione è una papilla anale ipertrofica. Il mio medico ha deciso quindi di rimuoverla chirurgicamente già tra pochi giorni visto il forte dolore che mi provoca. Passato solo un mese dalla THD mi spaventa molto tornare in sala operatoria e dover riaffrontare tutto da capo ma secondo il proctologo questa volta sarà tutto più semplice e dovrei poter tornare a lavoro ecc già il giorno dopo poiché con l’esportazione della papilla dovrei stare subito meglio. Cosa dovrei aspettarmi dal post operatorio dell’esportazione della papilla? Speriamo di porre finalmente fine a questo calvario. La ringrazio per tutte le sue risposte e per il tempo dedicatomi!

[#5]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
A distanza non posso esserle più di aiuto è non ho elementi per poter confermare o contraddire quello che le è stato detto in merito alla sintomatologia sviluppata nel post operatorio.
Quello che mi risulta strano è come mai questa papilla anale ipertrofia non sia stata vista prima?
Prego
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com