Utente 495XXX
Buongiorno, sono qui per esporre un problema che ho da un paio di giorni. Ho un dolore simile ad una fitta silente tra lo scroto e l'ano, che aumenta di grado solo ogni tanto tipo mini crampo, un dolore che si presenta quando cammino, ma si fa sentire in maniera più leggera a che quando sto fermo/seduto/sdraiato. Ieri ho deciso di palpare la zona tra scroto e ano e mi sono reso conto di avere una sorta di nervo lungo qualche centimetro che si contrae insieme al muscolo. Quando lo premo inizia a farmi male. È una specie di tendine, nervo, cordino rigido non saprei come definirlo. Ora i miei dubbi su cosa sia sorgono quando un mio amico mi ha detto che lui in quel punto non ha nulla di simile, e oltretutto dalle numerose immagini di anatomia non riesco a capire cosa sia questo benedetto cordino e se è normale che io lo senta palpandomi. Sono qui a chiedervi se è normale la presenza di questa specie di tendine e se e normale sentirlo con le dita. E soprattutto che cosa è.
la mia descrizione è quella di un nervo lungo qualche centimetro che però quando contraggo il muscolo dell erezione, questo segue la contrazione come se fosse parte del muscolo stesso. Ma è rigido come se fosse una corda di chitarra anche a riposo proprio come un nervo lungo che sento facendoci roteare le dita sopra e premendo.

Bene, devo dire che negli ultimi mesi ho avuto rapporti sessuali frequentissimi, anche due al giorno e questo problema si è presentato dopo 3 giorni grande attività, ovvero l altro ieri. Potrebbe essere correlato ?

La.cosa che temo è che mi diciate che il.quel punto non è normale sentire un nervo. È che non ci dovrebbe essere nulla di palpabile.
Potete aiutarmi a fare chiarezza su che cosa potrebbe essere? Nervo, tendine, muscolo?
E la possibile causa di dolore? Un'infiammazione?
Vi scrivo perché al.momento sono impossibilitato di recarmi dal dottore.. Lo farò tra due settimane ma.nel mentre vorrei fare chiarezza su che cosa sia.

Grazie mille a tutti

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,i nervi,in effetti,non si possono palpare ma le ipotesi più probabili sono legate ad un risentimento neuromuscolare secondario ad una prostatire che,però,va diagnosticata non sui libri,bensì da un medico reale e da esami batteriologici,sia urinari che ematici,nonché ecografici.Soffre di emorroidi?Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Utente 495XXX

Gentile Dr. Izzo,
innanzitutto la ringrazio per la celere risposta. Posso dirle con certezza di soffrire di costipazione, e in passato mi è capitato di avere una sorta di fistola emorroidale vicino l'ano. Ma mai emorroidi molto pronunciate da crearmi grossi fastidi. Anche io ho pensato alle emorroidi, ma il fastidio e questa presenza simil-contrattura/nervo è leggermente distante dall'ano. Non so se sia possibile avere emorroidi interne anche a qualche centimetro di distanza tra l ano e i testicoli. Detto ciò le comunico inoltre che stamane sono stato da un medico urologo a Manila nelle filippine e dopo una visita veloce, al tatto, mi ha detto che quello che sento è il muscolo ed è normale. nonostante tutto a me sembra un nervo/vena/contrattura perché non ho alcun muscolo nel resto del corpo che al tatto si presenti come un cordino indurito. Comunque non ha voluto approfondire esami alla prostata (nè controllo per via rettale nè ecografia) data la mia giovane età, e ha parlato di una possibile infiammazione del muscolo escludendo infezioni e/o appunto prostatite. A detta sua non presento alcun sintomo di una prostatite tranne questo dolorino.

Nonostante la visita veloce e a mio giudizio approssimativa, non mi rimane che ripormi nella diagnosi del medico di stamane e considerare il tutto come una lieve infiammazione muscolare dovuta ad una vita sessuale vivace e attendere che passi.

Non saprei cosa altro fare, e se potermi fidare della diagnosi.

Cordiali Saluti