Utente 471XXX
Salve sono un ragazzo di 24 anni, sono uno studente fuori sede soggetto a molto stress e anche ipocondriaco e da maggio che sento dei fastidi mentre vado di corpo, la situazione é peggiorata quando ho avuto rapporti anali mi sono ritrovato stitico del tutto, premetto che per ogni rapporto ho sempre pulito il retto con acqua tiepida, con uno spruzzino o peretta.. Il tutto é iniziato verso settembre-ottobre quando mi sono ritrovato stitico, e ho iniziato a sentire un senso di gonfiore nell'ano che mi rendevano difficoltosa la defecazione, il medico curante mi aveva prescritto la proctosedyl perché mi disse che si trattava di proctite, dopo un periodo il gonfiore sembrava passata però ancora adesso sento dei fastidi durante la defecazione e la sensazione di corpo estraneo o come se il retto o l'ano si fosse ristretto e quindi le feci facessero difficoltà a essere espulse in quanto mi sforzo tanto, le feci escono a pezzi oppure a palline, non ho avuto mai sanguinamenti. Essendo ipocondriaco mi sono controllato e ho notato in prossimità dell'ano un cuscinetto bluastro che presumo sia un emorroide... Ma vorrei capire se devo preoccuparmi, visto che sento che qualcosa ostruisce il passaggio delle feci. Per quanto riguarda l'alimentazione, bevo poca acqua e non assimilo fibre, e sono consapevole che dovrei fare il contrario. Ma mi preoccupa se magari é stato magari il rapporto anale che magari ho provato per la prima volta che mi abbia causato un problema o qualcosa di grave tipo tumore. Premetto che per altri problemi verso maggio ho fatto un risonanza magnetica lombosacrale per altri problemi ma non é risultato nulla.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
"rapporti anali"
questi potrebbero aver creato qualche problema emorroidario ma non la stipsi.
Una corretta alimentazione, ricca di fibre ed una sufficiente quantità di acqua, rappresenta la prima cosa da adottare per risolvere il suo problema.
Una visita proctologica servirà a chiarire l' entità del suo problema emorroidario.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com