Utente
Salve,
ho 44 anni e da tanti anni soffro di emorroidi ed ho subito l'intervento con metodo Longo nel 2011. l'intervento ha sortito effetti molto positivi per i successivi due anni dopodichè ho sofferto dinuovo di tromboflebiti emorroidarie sempre tenute sotto controllo con Arvenum 500 e Dilatan. A fine 2016 ho avuto un attacco di dolore e bruciore che il chirurgo che ha eseguito l'operazione ha classificato come ipertono dello sfintere anale. Preciso che non soffro e non ho mai sofferto di ragadi. Tale episodio mi è costato 4 giorni di dolori assurdi trascorsi a letto insonne e inappetente. Il mio medico di base mi ha prescritto Valium come miorilassante e Xanax come rimedio per lo stato psichico: io non soffro di attacchi di panico ne di ansia, ho un carattere focoso e la sindrome premestruale accentua un pò qst lato del carattere causandomi attacchi di rabbia che controllo con rimedi naturali, ma non sono né ansiosa né depressa! Faccio una vita normale: lavoro, ho due figli e sono sempre di corsa ma resta tutto nella norma. Visti gli scarsi risultati, navigando in internet ho scoperto la pomata Rectogesic che il mio medico di base ha accettato di prescrivermi: il dolore è passato non gli attacchi di bruciore. Successivamente ho contattato una osteopata che mi ha diagnosticato il coccige lussato con probabile interessamento della muscolatura che a causa della lussazione si intirizzisce. Ho fatto diverse sedute che mi hanno dato sollievo, poi seguita da un'ostetrica ho fatto un percorso di ginnastica pelvica e anche una cura sverminante che ha fatto sparire il bruciore. Continuo ad usare quotidianamente Dilatan ma da qualche mese a questa parte però ho attacchi di dolore all'ano e al perineo che si irradia poi ai glutei e agli abduttori. Sento di avere l'ano contratto ma non riesco a trovare la causa. Ho eseguito anche una Rm che ha confermato la lussazione del coccige mentre il paviemento pelvico risulta simmetrico. L'idea è di ricominciare con Rectogesic, ma vorrei avere un'opinione ulteriore perché risolvo i sintomi ma non le cause.
Augurandovi buon lavoro , vi saluto cordialmente
Simona

[#1]  
Dr. Roberto Dino Villani

24% attività
16% attualità
16% socialità
SASSUOLO (MO)
REGGIO EMILIA (RE)
MILANO (MI)
PESCARA (PE)
MODENA (MO)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2011
Buongiorno,
il dolore dovuto all'ipertono, anche se non vi è presenza di ragade, è sicuramente molto debilitante. Se il Rectogesic ha funzionato, direi che conferma appunto che si tratti di ipertono. Potrebbe essere utile, a questo punto, una manometria ed eventualmente una sfinterotomia.
Naturalmente è comunque difficile assicurare il risultato. Non credo che la coccigodinia abbia rapporti con il suo tipo di dolore.
Spero di essere stato esaustivo.
Dr. Roberto Dino Villani
Direttore U.O. Complessa
Chirurgia Proctologica e Riabilitazione Pavimento Pelvico
Nuovo Ospedale Civile di Sassuolo (MO)