Utente 473XXX
Buongiorno,
premetto che sono un soggetto di circa 1,95m e peso circa 120 Kg ed ho 35 anni, assumo ogni mattina 1/2 pasticca di Lobivon per controllare i battiti del cuore e mi sono messo a dieta per far scendere il mio peso ( la dieta è iniziata successivamente ai sintomi che andrò a descrivere). Ho sempre avuto un intestino regolare. Il tutto ha avuto inizio circa un mese fa quando, a seguito di una abbondante cena, il giorno successivo, avendo l'esigenza di evacuare, ho notato che avevo prodotto solamente muco. Il "fenomeno" è durato circa 3 giorni. Ad episodio terminato, notavo comunque che, anche se la consistenza delle feci era ritornata normale, la regolarità che prima avevo, si era perduta. Non andavo al bagno più tutti i giorni e, quando andavo, avveniva con una certa difficoltà, fino a quando, un giorno, mangiando un pezzo di pizza con della verdura, ecco che si ripresenta il muco. Come nella precedente situazione il disagio è durato circa 3 giorni. Da allora non riesco a essere più regolare, non avverto per niente l'esigenza di andare al bagno, ma non avverto alcun sintomo o malessere, anche dopo giorni di non evacuazione. Ho provato di tutto, assumendo fibre tramite frutta e verdura, assumendo PSYLLO ( a detta del mio farmacista poteva aiutare ) ma niente. Alla fine mi sono rifugiato in un lassativo (Guttalax) che mi aiuta a fare quanto devo ma ovviamente è una soluzione temporanea. Tengo a precisare inoltre che le feci, anche se non evacuo da giorni, sono sempre morbide e poco definite. Da cosa potrebbe dipendere? Inizio ad essere anche preoccupato, anche perché se solo si provano a fare delle ricerche dei sintomi su internet, vengono fuori dei mali da perderci il sonno.
Grazie per l'aiuto che vorrete darmi
Saluti

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente
Eviti di ricercare in rete la natura dei suoi disturbi e la soluzione, molte sintomi sono comuni a malattie che lei definisce: "mali da perderci il sonno".
Il consiglio è di una visita coloproctologica questa le permetterà di comprendere meglio la natura dei suoi sintomi e di iniziare un corretto percorso terapeutico.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com