Utente 478XXX
Salve sono una ragazza di 23 anni.
Sabato sera, durante un rapporto vaginale con il mio ragazzo il suo pene è uscito dalla vagina ed è entrato nell'ano. La penetrazione (non prevista) è stata forte e rapida ed il dolore è stato acuto ma, dopo circa un'ora, sembrava passato. In quell'ora ho avuto una piccola perdita di sangue (cosa che dopo non si è più verificata). Il giorno seguente ho avvertito solo un lieve fastidio, tanto da poter svolgere normalmente la mia routine. Dalla sera seguente il dolore è iniziato ad aumentare. E'da ieri che utilizzo una pomata apposita - Proctolyn - applicandola 3 volte al giorno, come consigliato.

Al momento presento una protuberanza esterna sulla parte inferiore dell'ano di colore rossastro e la grandezza è simile a quella di una nocciola, allungata. Il dolore è relativamente sopportabile ma continuo (risulta parecchio fastidioso anche camminare) e, da poco, mi sembra quasi che la protuberanza si sia indurita (cosa che mi porta a provare maggior fastidio). Non presento particolare dolore al momento della defecazione e al mattino la protuberanza risulta oggetivamente ridotta (peccato che, in poco tempo riprenda la dimensione iniziale). Non ho mai avuto alcun problema (emorroidi o simili). Sfortunatamente fino a dopo domani non potrò recarmi dal medico.

Di che cosa potrebbe trattarsi (emorroide, ragade o altro)? Rischio delle severe complicanze?

Vi ringrazio anticipatamente e spero nei vostri consigli.

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, da ciò che descrive potrebbe essere un'emorroide trombizzata, ma per averne conferma una visita proctologica è necessaria.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza