Utente
Buonasera
Ho subito 2 interventi per drenaggio di ascesso perianale a gennaio, ora persiste la fistola detta alta e complessa, nei tamponi effettuati nel secondo intervento era presente l escherichia coli e la klesbiella pneu.Negli ultimi tamponi sulla ferita chirurgica, sul pus che sercene la fistola è solo presente la klesbiella oxytoca che non è stata sconfitta neanche con 10gg di antibiotico augumentin.
Ma è normale trovare nel canale della fistola questo batterio che fa parte del colon?
Devo fare altri antibiotici? O servono solo probiotici, a luglio mi sottopongo ad una VAAFT la klesbiella mi potrebbe dare problemi per l'intervento?
Grazie
Saluti

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, la soluzione dei suoi problemi sarà l'intervento programmato, purtroppo essendoci un tramite con il retto, la contaminazione è prevedibile, osservi la pulizia più accurata e se nonostante più tentativi il tampone è sempre lo stesso non drammatizzi e si faccia seguire dallo specialista periodicamente.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente
GRAZIE MILLE, IL BAGNO IN MARE LO POSSO FARE?
SALUTI

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Si, si asciughi bene, dopo essersi fatto la doccia con acqua dolce.
Credo che ora anche con i consulti precedenti del dott. D'oriano, avrà le idee chiare su come comportarsi.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno
5 giorni fa ho subito un intervento di vaaft combinata alla lift, quindi ho dei punti interni ed esterni, dopo la defecazione posso lavare la zona con acqua e sale o fare dei semicupi?
Grazie
Saluti

[#5]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Si può farlo, anche perché altrimenti lascerebbe residui fecali sulla ferita.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#6] dopo  
Utente
Quindi non succederà nulla ai punti interni ed esterni, secondo Lei quando posso ritornare alla guida?

[#7]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Progressivamente a seconda di come vanno i controlli
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno a distanza di un mese da intervento lift x una fistola trasfinterica bassa vedo la ferita che non si è chiusa tutta ma è rimasto un forellino che secerne feci e pus è normale? Premetto che la orifizio iniziale sul gluteo è chiuso.

[#9]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
A distanza di un mese deve programmare la visita di controllo, solo dopo la visita si può esprimere un giudizio su una cicatrizzazione in via di guarigione o altro.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#10] dopo  
Utente
Buonasera
A luglio mi è stata effettuata la tecnica lift per fistola anale trasfinterica medio bassa,
Ad oggi ho fastidi e a volte dolore, perdite di materiale assenti.
Ho fatto la risonanza a dicembre, con questo referto secondo Voi bisogna reintervenire o è tutto normale?

Retrazione fibrocicatriziale con dislocazione in basso posteriormente verso sn del retto basso ed evidenza di nodularità extraparietali a carattere ipointenso riferibili a tessuto di granulazione con minimi segni di persistente attività nella sede della pregressa lesione ascessuale e fistolosa successivamente riparata chirurgicamente. ln continuità con tale alterazione si apprezza una breccia nel piatto degli elevatori di sn di circa 7.6 mm da pregressa perforazione e un netto ispessimento del muscolo pubococcigeo rispetto al controlaterale
(12.2 mm vs 3 mm), espressione di fenomeni infiammatori. L'alterazione descritta si continua in basso con un tramite fistoloso che attraversa completamente la fossa ischioanale, fiancheggiando il complesso sfinteriale alle ore 5 (quadrante orologio), diretto verso il solco intergluteo e la cute, in assenza di orifizio esterno; il tramite ha carattere prevalentemente fibrocicatriziale ed appare dotato di minimi segni di residua attività nel tratto terminale. A livello del canale anale, non segni attuali di orifizi interni o lesioni ascessuali attive. ln conclusione: netto miglioramento della obiettività rispetto al controllo ultimo precedente.

[#11]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, al momento la situazione risonanza non evidenzia una chiara recidiva fistolosa, quindi non ritengo debba essere rioperato, ma in ogni caso mostri la risonanza al chirurgo, che integrerà il referto da lei prodotto con una visita di controllo indispensabile per qualsiasi ulteriore decisione terapeutica.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#12] dopo  
Utente
Buongiorno oggi ho eseguito un ecoendoanale che rileva una disomogeneità dello sfintere interno ad ore 2 dove avevo la fistola già operata, e disomogeneità dello sfintere esterno a ore 7 dove non ho subito nulla ma avverto solo fastidi, cosa significa nello specifico la disomogeneità dello sfintere esterno, indica qualche patologia?
Grazie

[#13]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
No, potrebbe essere un esito cicatriziale di ciò che ha avuto.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza