Utente
Salve.
Forse avevo postato nella sezione sbagliata,provo a richiedere.
Qualche settimana fa mi sono rivolto al medico di base in quanto avevo da tempo una ragade fastidiosissima ma ho provato a resistere,,finchè ad un certo punto ho notato strane macchie sui pantaloni,nella parte posteriore.
Al che,preoccupandomi,ho cominciato tutte le volte che mi alzavo a controllare la sedia ed a notare uno strano liquido,molto volatile,ho pensato al sudore.
Dicevo,ho consultato il medico di base,che ha soltanto trovato una ragade, e mi aveva prescritto un antibiotico e un restringente (Credo),poi parlandone con i miei hanno preferito portarmi direttamente dal proctologo,che ha riscontrato soltanto una ragade ulcerata e mi ha poi detto che le macchie forse erano dovute a qualche bolla di pus che si è rotta,che lui oltre la ragade non nota nulla tale da giustificare il liquido.
Ho chiesto se potesse essere sudore eccessivo,anche se non ne ho mai sofferto e mi ha detto di provare per un po' la connettivina per risolvere la ragade.
Magari ha pensato che quella mi causa riscaldamento quindi sudore?
in ogni caso dopo una settimana di pomata,sembrava essere passato tutto,però dopo del tempo il problema si è riproposto.
Se smetto la connettivina dopo un po' la ragade tende a ripresentarsi,ma il liquido,o sudore è sempre presente.
Se sto in piedi il problema sembra non esserci mentre si presenta appena mi siedo.
Mi sento costantemente umido per tutta la lunghezza della "divisione" delle natiche e se vado per asciugarmi sembra non esserci nulla.
La cosa sta diventando davvero irritante e imbarazzante anche perchè dovrò andare in università tra pochi giorni ed ho paura di brutte figure...
Tra l'altro non riesco nemmeno a studiare da seduto con sto fastidio.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non entro in merito alla diagnosi formulata dal collega.
Quello che descrive sembrerebbe un fenomeno di condensa, questa condensazione( la transizione dalla fase aeriforme alla fase liquida )si realizza per raffreddamento con una fonte esterna.
A distanza non posso aggiungere altro.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
è possibile soffrire di eccessiva sudorazione se non ne ho mai sofferto?
la mia paura è che sia qualche tipo di liquido che proviene dall'interno dell'intestino.
Io sono propenso a pensare al sudore,perchè noto che anche a direzione dello scroto si forma un alone sulla sedia.

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non ho mai parlato di sudore ma di CONDENSA, che si crea per differenza di temperatura tra la zona del suo corpo e la superficie con la quale viene a contatto.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente
capisco.
però non mi era mai successo prima ed in quella quantità,spesso mi ritrovo umido,quasi bagnato

[#5]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Un processo infiammatorio, in occasione di una ragade anale, potrebbe aver creato quelle differenze di temperatura utili a creare una maggior condensa.
A distanza non ho altro d'aggiungere, chiarisca con il suo curante.
Prego
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#6] dopo  
Utente
Grazie per il tempo.
lo apprezzo molto.
Mi ha tranquillizzato un po'

[#7]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Di nulla!
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com