Utente
Salve, scrivo in merito a mio padre, 79 anni, ex malato di epatite C (guarito con Sovaldi), iperteso, con artrosi cervicale.
E' sempre andato in bagno regolarmente, una volta al giorno o una volta ogni due giorni. Da tre settimane però soffre di stipsi. In questo periodo è andato in bagno solo con lassativi (magnesia o supposte al glicerolo), sebbene non abbia mai lasciato passare più di tre giorni (quindi non so se sarebbe andato in bagno anche senza questi aiuti). Ad ogni modo, anche con questi farmaci, lamenta una evacuazione totalmente liquida e di modesta quantità.
Lui ha sempre avuto uno stile di vita sano. Fa almeno un quarto d'ora di passeggiata al giorno, non beve e non fuma. Mangia molto liquido, assume molta verdura e parecchia frutta, sebbene abbia il vizio di mangiarla a conclusione del pasto. Nell'ultimo mese ha vissuto un periodo di forte stress (in passato ha vissuto momenti analoghi ma senza problemi dal punto di vista della digestione). Inoltre, fino a dieci giorni fa e per tutto il mese precedente, di nascosto, ha assunto una o due ibuprofene 600 al giorno per risolvere alcuni dolori articolari.
Il medico curante ha intenzione di mandarlo da uno specialista gastroenterologo, ma solo dopo l'ultima ecografia di follow up per la sopramenzionata epatite C.
Nell'attesa da parte mia è emersa una certa preoccupazione. Mi chiedo se questi sintomi possano essere significativi di un tumore al colon-retto. C'è da preoccuparsi in questo senso?
Specifico inoltre che negli ultimi due anni, ogni sei mesi, ha sostenuto delle ecografie all'addome superiore. Due anni fa ha inoltre sostenuto una TAC con contrasto addome completa. Infine, due mesi fa ha fatto le analisi del sangue. Nessuno di questi esami ha evidenziato problematiche di sorta (le analisi del sangue a detta del medico curante erano perfette per un individuo della sua età).
Né i suoi fratelli né i suoi zii né i suoi genitori hanno mai sofferto di patologie oncologiche.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Una variazione improvvisa dell'alvo all'età di suo padre DEVE sempre essere indagata.
Consiglio una visita gastroenterologica in tempi rapidi.
Il fegato (guarito) può attendere.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta.
Dal 19 al 23 maggio ha seguito la classica dieta per l'ecografia, che l'ha completamente bloccato. Il 23 maggio doveva eseguire l'ecografia ma questa è non è stata possibile proprio per l'eccessiva costipazione, quindi è stato rimandato a data da destinarsi. Il 23 sera ha preso l'ultima magnesia, sempre dal 23 sera ha ripreso a mangiare normale, anzi ha assunto un contenuto di fibre e fermenti lattici leggermente superiore al normale.

Dopodiché, da un giorno all'altro ha ripreso a evacuare normalmente. Dal 24 al 26 mattina è andato quattro volte, consistenza normale, senza alcuno sforzo. Avverte la sensazione di essersi svuotato, dice che sta molto meglio.
La situazione potrebbe essere rientrata? O questa "quasi" improvvisa regolarizzazione dell'alvo non significa nulla?
Specifico che il 23 maggio stesso ha risolto quel problema che gli aveva causato molto stress (una cosetta burocratica, ma che a lui ha pesato moltissimo). Potrebbe esserci una qualche correlazione tra stress-stipsi, fine stress-regolarizzazione dell'alvo?

In ogni caso la visita dal gastroenterologo la farà lo stesso, solo che è prenotata per il 16 giugno.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Potrebbe essere ma è meglio essere prudenti.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Lo saremo certamente, grazie mille.

[#5] dopo  
Utente
Salve,

Spinti dalla preoccupazione abbiamo optato per una visita dal gastroenterologo intramoenia a pagamento.
Il gastroenterologo ha escluso patologie organiche in virtù dei valori dell'emocromo e del ferro, che sono ottimi. Da quel che ho capito, una patologia oncologica in grado di dare sintomi come la stipsi produrrebbe un sanguinamento, e tale fenomeno non è compatibile con emocromo e ferro buoni.
In buona sostanza ha detto che non ci sono gli estremi per procedere con indagini strumentali, colonscopia, colonTac etc.
Ha ricondotto la stipsi a stress e alla scarsa assunzione di liquidi. Infine ha ordinato un lassativo osmotico da prendere alla bisogna.
Le volevo chiedere un parere sulle conclusioni a cui è giunto il gastroenterologo.

[#6]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Cosa posso concludere senza visita?
1) non sono d'accordo sul fatto che malattie gravi sanguinino sempre.
2) non sono d'accordo sull'uso di un lassativo osmotico in un anziano.
Ma io non l'ho mai visto suo padre.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia