Utente 215XXX
Buongiorno

mia madre , 81 anni, sempre stata in ottima salute è ricoverata da un mese in un reparto di medicina in cui le è stata diagnosticata una diverticolite non complicata senza occlusioni intestinali, che però le aveva causato una forte infezione, ha fatto 25 giorni di terapia antibiotica, poi da qualche giorno hanno detto che non si tratta di diverticolite ( anzi che loro non ne avevano mai parlato, quando invece c'era la targa con la diagnosi scritta nel letto) ma di probabile morbo di Crohn in quanto la calproctetina è a 1200.
Un valore cosi alto di questo indice può essere giustificato solo da retto colite ulcerosa o Crohn, oppure anche una diverticolite può alzare cosi tanto la calproctetina fecale? purtroppo io ho una certa esperienza con queste malattie perchè mia moglie ha il Crohn e già con valori molto più bassi le hanno prescritto, in un centro specializzato, 2 cpr di mesalazina da 1200 più il cortiment, a mia madre stanno solo dando 2 cpr da 500mg di mesalazina senza cortisonici, tra l'altro da qualche giorno ha febbre molto alta, dicono per un'influenza e hanno ripreso la terapia antibiotica, ha anche il valore del potassio molto basso.

Sono perplesso e preoccupato vi chiedo se a vostro avviso sarebbe meglio chiedere di farla trasferire in un reparto di gastroenterologia e se un malattia infiammatoria intestinale come il Crohn o la retto colite con valori infiammatori cosi alti possa manifestarsi senza sanguinamento e con pochissima ed episodica diarrea.



Grazie delle Vostre preziose delucidazioni

P.s non le hanno fatto colonscopia, ma ecografia e due tac con liquido di contrasto

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La calprotectina è un indice infiammatorio a specifico e può essere aumentata anche da alcune terapie.
In ogni caso nel sospetto di IBD farei una enterorisonanza e/o una ecografia delle anse intestinali.
Nel caso che le condizioni cliniche lo permettano anche una colonscopia.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 215XXX

Grazie mille Dottore dei chiarimenti
Giorni fa chiesi se fosse utile l'ecografia delle anse, perchè so che mia moglie l'ha fatta due volte, loro hanno detto che non è necessaria... e oggi mi hanno ribadito che è Chron al 100 per 100, senza colonscopia e relative biopsie mi sembra difficile avere queste certezze....

Le pongo una domanda proprio pratica, il medico di famiglia potrebbe fare una richiesta che sia trasferita in un altro ospedale? perchè loro mi hanno detto che possono solo trasferirla ad un'altra struttura ospedaliera in cui era già stata i primi 4 giorni in osservazione intensiva,ma preferirei venisse valutata al D.I.M.I dove si occupano in modo specialistico di questa malattie.
Non abbiamo contatti diretti con medici a Genova perchè mia moglie è seguita all'Humanitas di Milano.

Grazie ancora

Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non credo che sia possibile.
Una diagnosi di Crohn senza biopsie è, come minimo, azzardata.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia