Utente 546XXX
Buongiorno, un paio di mesi fa ho avuto un forte maldipancia, simile a un'appendicite. Ho mangiato in bianco per qualche giorno e subito dopo ho avuto un'emorroide esterna trombizzata (mai avuta in passato) . Sono andata dal proctologo, ho seguito efficacemente la cura ma un po' à causa del cambio di alimentazione, un po' per colpa dei lavaggi con amuchina mi é venuta la candida (anche questa mai avuta in passato). Passato il picco di iniziale estremamente doloroso mi é venuta anche una ragade anale dopo aver mangiato un po' più asciutto del solito. Sto sempre attentissima all'alimentazione per cui non mi aspettavo potessero venirmi le ragadi. Tornata dal proctologo mi é stata diagnosticata una ragade posteriore di 8mm e mi é stato detto che se la ragade non guarisce subito sono costretta a operarmi e probabilmente diventerò incontinente da grande. Sono molto preoccupata, sono passate due settimane in cui mangio solo fibre, bevo 3l d'acqua al giorno, metto una crema cicatrizzante ma ogni tanto le feci sono inizialmente più dure del solito e torna il dolore. Quali sono i tempi di guarigione per una ragade? Dopo quanto tempo diventa necessaria l'operazione? Per un paio di giorni il dolore scompare ma appena le feci sono di consistenza normale ritorna, anche se decisamente meno forte che all'inizio, posso prenderlo come un buon segno? Il mio proctologo mi ha detto che non lo é, il che aumenta l'ansia.
Grazie

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
1) le ragadi NON dipendono dall'alimentazione!
2) dovrebbe tentare prima della chirurgia una crema alla nifedipina (sotto stretto controllo medico).
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 546XXX

Buongiorno, la ringrazio per la risposta che mi ha tranquillizzata. Nell'ultima settimana non ho avuto più dolori, ma a causa del caldo e di un alimentazione costituita perlopiù da zuppe le mie feci sono sempre molto molli per cui non capisco se l'assenza di dolore é dovuta solo a questo o se la ragade sta effettivamente guarendo.
Domenica ho avuto un forte maldipancia dovuto agli sbalzi di temperatura tra gli uffici condizionati e il caldo esterno, che mi ha causato diarrea per un paio di giorni e oggi ho notato delle perdite arancioni, poche e inodori. Cosa potrebbero essere?

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Residui alimentari
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 546XXX

Potrebbe essere del siero fuoriuscito dalla ragade? Oggi guardandomi meglio ho notato una macchiolina bianca sulla marisca e ho disinfettato la zona con soluzione di amuchina al 2%. Il controllo dal proctologo é tra un mese, dovrei anticiparlo?
Grazie ancora per le risposte.

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Dovrei vedere
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente 546XXX

Buongiorno,
La situazione era nettamente migliorata: assenza di dolore anche con feci meno morbide e più normali. Purtroppo sabato ho avuto una ricaduta causata probabilmente da feci più dure, i sintomi sono gli stessi della precedente fase iniziale: dolore e bruciore durante evacuazione che persistono per più ore. Cosa fare? Ricomincio da capo il percorso di guarigione o cerco subito un proctologo? Il proctologo che mi stava seguendo aveva posticipato la visita a dopo le ferie proprio perché stavo guarendo molto bene.. .
Grazie

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Si faccia controllare.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente 546XXX

Buongiorno dottore, mi sono fatta controllare da un altro proctologo che ha confermato la presenza una ragade acuta ipertrofca e prescritto lexil + dilatan e antronil due volte al giorno, passando nel corso dei giorni dalla misura 27 alla 30 del dilatan.
Dato che nella confezione era presente anche il 23 sono partita da questa e non mi da particolari problemi, se non al mattino quando sono già dolorante a seguito della defecazione. Quando la sera inserisco il 27 non provo dolore, fastidio o sanguinamento ma 30 minuti dopo arrivano dei dolori fortissimi che durano circa 2h impedendomi di dormire e che si attenuano se mi alzo. É normale? Sembra che il dilatan riapra la ferita, eppure la sera non provo dolore quando lo inserisco!
Grazie, come sempre.