Utente 515XXX
Gentili dottori, ho 54 anni é da circa sei mesi che soffro a causa di un grande senso di peso e bruciore anorettale presentatosi improvvisamente in seguito ad una evacuazione voluminosa e dopo intervento di isteroscopia. Ho eseguito diverse visite proctologiche di cui una riporta dall'anoscopia quanto segue:
Agevole introduzione dello strumento fino a 15 cm dal margine anocutaneo. Presenza al di sopra della linea dentata, per tutta la circonferenza, di notevole lassita' della mucosa che pare ostruire il lume dello strumento e nettamente trazionabile; presenza di noduli emorroidari di II grado avanzato, rettocele e perineo discendente. Eseguo defecografia rx dove risulta
Protrusione del tratto distale della parete anteriore con caratteri di grosso rettocele di 6,5; dopo la fase defecografica una notevole quantità di bario ristagna nel lume del rettocele che riduce di poco le sue dimensioni.
Mobilità abnorme: la giunzione retto anale supera di sette centimetri la linea di riferimento bi-ischiatica e si nota l'invaginazione retto anale distale. In fase defecografica anche il sigma scivola in basso ma non raggiunge la stessa linea. Poi ci sono le misurazioni. A tratti sento gonfiare e tirare la parte sinistra discendente del colon. HO anche un cistocele di primo grado. Che mi consigliate? Faccio dieta, riabilitazione del pavimento pelvico e prendo integratori vari come psillium .Ho sudorazione continua. Quando sto per tanto tempo in posizione ortostatica noto le emorroidi fuoriuscire in maniera particolare .Sto malissimo

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Consideri una terapia chirurgica.Ne parli con il proctologo che la segue. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 515XXX

La terapia chirurgica non è molto consigliata visto che c'è un perineo discendente ed una sospetta neuropatia da stiramento dei nervi pudendi. Mi è diventato impossibile andare in bagno ed anche la vescica comincia a non svuotarsi completamente. Cosa posso fare? Sono davvero disperata!!!
È mai possibile che un parto possa rovinare in tal modo il pavimento pelvico? Che soluzioni estreme ci possono essere? Faccio irrigazioni rettali per andare avanti ma non mi svuoto bene e poi non credo possa continuare a lungo così! Dovrò mettere un catetere vescicale o a intermittenza?
Grazie per i consigli che vorrete darmi

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Non saprei
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente 515XXX

Sono un caso così isolato?
Questo mi rende ancor più disperata!
Ma è possibile che una isteroscopia all'utero abbia causato tutto ciò?

[#5] dopo  
Utente 515XXX

Magari una isteroscopia fatta con poca delicatezza che abbia traumatizzato i nervi o i legamenti.....