Utente 527XXX
Buongiorno dottori, purtroppo, come detto nel titolo, ho questo sospetto che mi sta facendo impazzire.
Ieri mentre leggevo delle cose su internet sono capitato in un testo dove si parlava di questo prolasso.
Non sapendo cos'è sono andato su internet e l'ho cercato.
Da quando ho capito cos'è stranamente ho mal di stomaco, nausea, un leggerissimo fastidio alla schiena in basso e un senso di malessere generale.
Adesso non so se questo è dovuto all'ansia oppure c'è veramente qualcosa, fatto sta che solo l'altro ieri facevo attività fisica, lavoravo e non ho mai pensato di avere qualche problema all'apparato digerente anche se a volte mi sforzo per andare di corpo.
È possibile un prolasso alla mia età, ho 23 anni?
Grazie e buona giornata

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Possibile. Si faccia visitare per un parere. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 527XXX

Grazie per la risposta dottore, oggi, dopo due giorni passati con dolori che aumentavano e diminuivano, sono andato dal mio medico di base e gli ho raccontato la mia situazione. Mi ha detto di non preoccuparmi che forse sono solo dolori muscolari e mi ha prescritto un medicinale per i dolori ai muscoli. Oggi ho preso la prima bustina e vediamo cosa succederà. Volevo dirle che soffro anche di prostatite da quasi 3 anni ma diciamo che non mi h mai dato problemi forse perché leggera. Ho sempre avuto rapporti sessuali normali. Può essere che col cambio di stagione si è fatta risentire? Ho una paura matta di un prolasso o problemi intestinali e non le nascondo che ho pianto fino a finire le lacrime. Non riesco più manco a mangiare dottore. E dire che solo 3 giorni fa correvo e ridevo normalmente. Scusi lo sfogo dottore, le auguro una buona serata e un'ottima salute che è la cosa più importante

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Bene, si puo' essere. Prego
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente 527XXX

Buongiorno dottore, 3 giorni fa, dato che mi dava troppo fastidio, sono andato in ospedale e ho spiegato all'infermiere i miei disturbi. Lui mi ha chiesto se avevo dolori addominali o perineali ma gli ho detto di no visto che ho una sensazione di gonfiore/indolenzimento solo nella regione sacrale/anale. Cosi mi ha mandato dall'ortopedico che mi ha fatto una rx e mi ha visitato presceivendomi vari medicinali (ovviamente non hanno ancora fatto effetto) e rimandandomi a risonanza magnetica dopo 15 giorni. Volevo solo chiederle se secondo lei i miei sintomi possono indicare un problema viscerale che è quello che mi preoccupa di più? Grazie mille, so che offrite un servizio gratuito ed eccezionale perciò vi ringrazio moltissimo

[#5]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Non saprei
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#6] dopo  
Utente 527XXX

Buongiorno dottore, da 4 giorni sto molto meglio e non sento quasi più nulla. Volevo solo chiederle se avere delle violacee interne all'ano (appena lo idlato con le dita e usando una torcia vedo queste macchie internamente, attorno all'ano). Ho pensato che magari sono emorroidi ma non ho sanguinamento, ne dolore, ne prurito, ne umidità. Grazie dottore e buona giornata

[#7]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Puo' essere, certo
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#8] dopo  
Utente 527XXX

Buongiorno dottore, lunedì andrò ancora dal medico di base sperando che questa volta mi prescriva un esame per vedere cosa ho. Sono andato da lei già due volte ma niente, mi ha visitato e ha escluso emorroidi dandomi delle supposte rettali di mesalazina che sto prendendo da una settimana ma il fastidio rettale continua, a volte c'è altre un po' meno. Volevo sapere se ritardare la diagnosi di un un eventuale prolasso rettale può peggiorare la situazione? Perché io ho sentito che le malattie di questo genere tendono a peggiorare nel tempo e a volte il retto esce. Se si fa in tempo però si possono curare anche in ambulatorio usando degli elastici, perdoni la mia ignoranza se dico cavolate. Il mio medico pero continua a dirmi che un esame anale alla mia età non è necessario a meno che non abbia problemi di defecazione ma io sono stanco di questo fastidio che non mi permette di vivere tranquillamente. Grazie anticipatamente per la risposta