Utente
Buonasera medici, sono un ragazzo di 20 anni, sempre stato in buona salute, mai andato all'ospedale.

Circa un anno fa ho avuto dei forti dolori addominali e successivamente scariche di sangue rosso vivo che poi sporcavano la carta igenica.

Dopo aver consultato il mio medico mi disse che molto probabilmente e data l'etá si sarebbe trattato di un sanguinamento emorridario (non ho provato alcun dolore ne durante ne prima ne post defecazione).

Tutto si sistemò nel giro do una settimana.

Successivamente ho continuato sempre a verificare se nelle feci erano presenti tracce di sangue.

Sangue non ce ne era ma mi apparivano un pò diverse dal solito ovvero di un colore marrone chiaro tendente all'arancione (tutt'ora cosi)
Dopo qualche mese ho ricominciato a notare (solo nel weekend) tracce di sangue sulla carta igenica e a volte nelle feci (credo verniciate).

Aggiungo che nel weekend mangiavo un pò male rispetto che alla settimana e bevevo un pò di alcolici.

Inoltre da qualche mese ho delle severe flatulenze che mi creano anche un pò di fastidio.

Durante la settimana prima di questo coronavirus effettuavo sempre circa 1 oretta al giorno di camminata e una volta alla settimana una partita di pallavolo/calcetto.

Provo a spiegarle un attimo la mia giornata tipo:
Al mettino mi sveglio e dopo circa mezz ora/ 1 ora iniziano i dolori al basso ventre specialmente a sinistra che poi passano.
Dopo aver pranzato ancora qualche dolorino e successivamente dopo circa un altra oretta vado di corpo, mai sofferto di stitichezza ne di feci dure.

Durante la defecazione all'inizio esce un pò di aria che muove qualcosa, successivamente escono feci a volte senza sangue a volte con sangue e con qualche traccia di muco color giallo/bianco (quando si presenta il sangue, lo trovo anche nella carta igenia, ma sempre niente dolore durante tutta la defecazione).

Dopo di che sono seduto al pc fino all'ora di sera, dopo cenato nessun dolore addominale a parte un po di flatulenze.

Poi vado di nuovo di corpo e idem dopo pranzo.


Mai avuto febbre, perdite di peso, sempre un buon appetito.


Ho letto online che le emorroidi interne a differenza di quelle esterne (che credo si vedano a occhio) non provocano dolore ma che sanguinano.

Tengo ad aggiungere inoltre, che post defecazione "sento" sempre qualcosa in prossimitá dell'ano, forse perché penso a che cosa possa essere o per altro.


Le mie domande sono le seguenti?

Può trattarsi di emorroidi interne per quanto riguarda il sanguinamento che si presenta sulla carta igenica e che vernicia spesso le feci?

E per quanto riguarda i dolori all'addome di intestino irritabile?

Possono coesistere sanguinamenti emorroidari insieme alla sindrome dell'intestino irritatibile?

Oppure possono essere altri tipi di malattie come il morbo di C, la colite ulcerosa, o un tumore al colon retto?

Vorrei sapere la vostra idea.

Grazie mille e scusate se mi sono dilungato troppo.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si! probabile
Si! probabile
Si! probabile
Si! probabile.
Solo con una visita diretta ed una proctoscopia potrà avere una risposta certa alle sue domande.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com