Utente
Buongiorno,
Ho ileostomia per sindrome rara apparato digerente.
Mi è stato prescritta defeco-RM peemr eventuale ricanalizzazione.

Referto:
A riposo:regolare la compliance ampolla rettale (diam assiali 6, 5 x 5 cm) che presenta profili parietali regolari.
La giunzione retto-anale si colloca in posizione normale rispetto alla linea pubo-coccigea ed il relativo angolo ano-rettale è ridotto (85 gradi).

Lunghezza del canale anale pari a 3, 5 cm circa.
Le fibre della fionda pubo-rettale hanno spessore omogeneo.
Nei limiti le strutture sfinteriali del canale anale l.
I muscoli ilio-coccogei sono simmetrici.

Sono presenti almeno 4 linfonodi aumentati di dimensioni nel mesoretto: 2 con diametro 7 e 10 mm hanno morfologia tondeggiante, mentre altri 2, ovalari, hanno diam.
fino a 12 mm.
Non adenopatia in sede iliaca esterna od inguinale bilaterale.
Nei limiti pee l età l utero (piccolo fibroma di 11 mm dul versante inferiore del corpo) e gli annessi, follicolare.
Minimo versamento peri annessiale bilaterale.
Vescica solo modicamente distesa, a pareti sottili, con collo vescicale posto 2, 9 cm al di sopra della, libea pubo-coccigea.

In squeezing: solo minimo innalzamento della giunzione retto-anale rispetto alla posizione di partenza, con modesta ulteriore dell'angolo ano-rettale (circa 76 gradi).

In fase di ponzamento: non evidenti perdite di mdc dal canale anale.

In fase espulsiva: descensus perineale di grado I con giunzione retto-anale che si abbassa di circa 3cm rispetto alla posizione di partenza, dislocandosi anteriormente ed improntando lievemente il collo vescicale.

Scarso ampliamento dell angolo ano-rettale.

Non significativo rettocele.

La paziente non è riuscita ad espletare lo svuotamento dell'ampolla nonostante i ripetuti tentativi.
Non segni di enterocele, nè cistocele.


Posso chiedere informazioni in merito ai linfonodi...ed a capire meglio il referto?

Devo preoccuparmi?

Data l'attuale situazione di emergenza non mi è possibile portare l'esito al chirurgo per discuterne.
Ringrazio anticipatamente.
Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, se la patologia di base per cui è stata operata non è tumorale come credo, direi che quei linfonodi ingranditi possono essere un esito infiammatorio non preoccupante, diversamente se è stata operata per una patologia tumorale, il tutto andrà integrato con ulteriori accertamenti più specifici dopo aver contattato il suo specialista di riferimento che già la segue e le ha prescritto l'esame su descritto.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente
Buonasera Dott. Sforza,
Grazie infinite per la celere risposta.
Io ho una malattia che mi crea pochissima motilità intestinale: Pseudo-ostruzione intestinale cronica e non è infiammatoria.
Cosa mi consiglia? Meglio rivolgermi con urgenza al chirurgo? Non vorrei disturbare in questo critico momento.
Grazie. Saluti

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Se si tratta della Cipo la causa non è ben riconosciuta e fatti infiammatori post intervento possono aver determinato situazioni sovrapponibili alle sue a livello linfonodale. Direi che la cosa migliore sarà avvertire telefonicamente il chirurgo e poi se lo stesso sarà d’accordo, appena possibile si farà visitare.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#4] dopo  
Utente
Sì è Cipo.
Grazie infinite Dott. Sforza, per le tempestive risposte, è stato molto gentile ed esaustivo.

[#5]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Prego ed auguri
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza