Utente
Salve,
sono un ragazzo di 39 anni sovrappeso, circa 102kg.
Ipocondriaco.
Non sedentario.

In passato ho avuto probabilmente emorroidi (mai controllate), sporadiche con sangue color rosso.

3 mesi fa ho iniziato a notare quotidianamente piccole perdite quotidiane di liquido trasparente alternate a muco, quest'ultimo trasparente o a volte giallognolo (simile al catarro), con consistenza collosa, filamentosa.
Noto anche un considerevole aumento della flautolenza.

Sono susseguite tracce sulla carta igienica, presumibilmente dopo sfregamento, di piccole tracce di sangue molto chiaro, quasi rosaceo.
Anche tamponando l'ano con la carta senza sfregare notavo le macchie.
Vivo con il terrore di andare in bagno per scoprire queste perdite.

Il muco é visibile anche sopra e in mezzo alle feci, mentre ad occhio sulle feci non vedo tracce di sangue.

Segue un leggero dolore intermittente addominale destro, quotidiano, localizzato sul fianco, sulla parte bassa della schiena e sulla parte bassa anteriore che si irradia fino al testicolo destro.
Su quest'ultimo punto, avendo fatto degli sforzi sollevando carichi e prendendo sempre in braccio mia figlia, non capisco se tale dolore sia muscolare o meno. Di sicuro diverso dal classico mal di pancia.

Il medico prescrive fermenti lattici e normix.
Il problema persiste.

Ha successivamente prescritto una pomata, ragadil.
Per un paio di giorni il sangue è sparito (il muco no), per poi riapparire.

Di mia iniziativa ho usato la Preparazione H, vorrei aspettare a dirlo per scaramanzia ma... pare veda dei risultati sulle perdite di sangue.
Solo un piccolo grumo rosso (mai accaduto prima) sulla carta igienica due giorni fa, poi più nulla.
Liquido e muco invece permangono, seppur in minima quantità.
Le feci sono normali, sporadicamente molli o diarroiche (dormo scoperto e sono molto ansioso). Problema che avevo anche in passato.

Dal momento che il medico di base non vuole prescrivere esami, in giornata mi sono recato al pronto soccorso: palpazione addome nella norma, eco addome nella norma, l' esplorazione rettale eseguita con il dito senza strumenti identifica una probabile microlesione, ma non ragadi o emorroidi.
Vedono il muco descrivendolo color giallo e purulento.
Analisi del sangue nella norma, solo un valore leggermente sballato (non ricordo il nome) che dicono possa essere uno strappo muscolare, e la proteina c reattiva leggermente alta (1 anziché 0. 5).

Mi prescrivono una colonscopia, che andró ad eseguire venerdì prossimo.

So che non avete la sfera magica, ma potrebbe trattarsi di tumore al colon o di polipi intestinali?
Cosa potrebbe essere quel liquido e-o muco che, seppur in minime quantità, riscontro quotidianamente da tre mesi?

Ps: se purulento vuole dire contenente pus, direi di no, a me non sembra.
Il liquido é trasparente ed il muco trasparente o giallognolo (color catarro).
Di sicuro colloso e filamentoso.

Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Esculderei il tumore, ma non una infiammazione cronica intestinale.
Con la colonscopia chiarirà!
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
Grazie Dottor D'Oriano per la risposta.
Posso cortesemente chiederle quali sono i campanelli d'allarme tipici di un tumore al colon e /o polipi?
Nel frattempo confermo che ho trovato da dove fuoriesce il sangue, é una sorta di 'brufolo' presente sul bordo interno dell'anno (non ho capito come abbiano fatto a non vederlo al pronto soccorso).
Le perdite di muco e/o liquido senza feci sono apparentemente diminuite se non azzerate.
Sono spariti i dolori addominali probabilmente dovuti ad uno sforzo fisico, lasciando quelli probabilmente dell'intestino (sono localizzati a destra sia davanti che sul fianco poco dolorosi e sporadici, come se pizzicasse o dei piccoli campetti) in quanto spesso ad ogni dolore sento formarsi un minimo di gas nell'intestino.

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Bene! Urge una visita proctologica con anoproctoscopio, sarà il collega ad indicarle se è necessaria una colonscopia.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com