Utente
Buonasera, è da 5 giorni che ho una pallina gonfia e dolorante accanto all'ano. Credo sia un trombo formatosi all'interno di un'emorroide esterna di cui soffro (penso) da praticamente tutta la vita.
Da quando si è formata cerco di stare in piedi qualche minuto per ogni ora che sono seduto, ogni giorno faccio un bagno in acqua tiepida per 10/15 minuti e dopo aver defecato (senza alcun dolore) mi sciacquo (anche perchè non è possibile pulire la zona senza sentire dolore).
Per far riassorbire un versamento da 18 giorni assumo dei FANS: prima VoltFast 50mg, poi sostituito con Brufen 600mg per una reazione allergica. Terminerò la cura tra 2 giorni. Inizialmente pensavo che questa pallina fosse dovuta ad una reazione di questi farmaci ma, ripensandoci, essendo antinfiammatori, (ipotizzo) avrebbero dovuto semmai avere un effetto contrario.
Nell'arco della vita non ho avuto sanguinamenti salvo casi eccezionali in cui le tracce di sangue erano quasi invisibili.
Solo una volta, diversi mesi fa, ho avuto un rigonfiamento di un'emorroide (forse la stessa di adesso) a causa di una diarrea severa accompagnata, oltre che da bruciore insopportabile, da un liquido giallo (pus, muco... ? ) . Dopo qualche ora si è sgonfiata da sola.
Da circa 15 giorni ho cambiato alimentazione iniziando, tra le altre cose, ad assumere una buona quantità di fibre attraverso cibi integrali. La media con cui evacuo comunque non è cambiata e rimane di 1 volta ogni 2 giorni (può capitare di evacuare una volta al giorno così come una volta ogni tre giorni).

Da quando questa pallina si è gonfiata ad oggi la situazione è inalterata. Quali potrebbero essere i tempi di riassorbimento nel caso sia effettivamente un trombo? Cos'altro posso fare per facilitare lo sgonfiamento?
Sto già valutando di andare da uno specialista ma mi risulta molto difficile non solo per la paura che hanno in molti o per l'imbarazzo ma anche a causa del fatto che nella mia zona non ci sono proctologi (o almeno non riesco a trovarne) e dovrei andare fuori provincia.

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, si informi bene e vedrà che esistono proctologi anche nella sua provincia e di molto bravi nella sua regione. Intanto continua la terapia con vasoprotettori e poi lo specialista deciderà, i tempi purtroppo dipendono oltre che dall’entità del trombo, anche dal soggetto.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente
Vista l'età e la non familiarità con le malattie del colon, l'unica fonte di informazione di cui dispongo è il web e nella mia provincia ci sono forse 1, massimo 2, proctologi su cui però si riescono a trovare poche informazioni/pareri. Se ne conosce qualcuno bravo di cui ha anche i recapiti sono disponibile a parlarci.

Per quanto riguarda i vasoprotettori non ho scritto di assumerne: dovrei prenderne? Se sì, quali?

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Nomi non possiamo darne, su internet ne troverà stia sicuro. I vasoprotettori sono i primi integratori da prendere con la sindrome emorroidaria, quindi se il curante non glieli ha prescritto o il problema è di altra natura o insista a farseli prescrivere, ve ne sono molti in commercio.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza