Utente
Salve, il 21-07-2006 mi è stata diagnosticata un'infiammazione anale, con emorroidi interne di 1° grado e una piccola ragade anale cicatrizzata a rischio di recidiva; il medico ha detto che l'infiammazione anale aggrava le emorroidi, mi ha prescritto infusioni di malva alla sera per un mese, lavaggi con Anonet che faccio e soprattutto Ananase 3 cpr al dì x 6 gg che ho assunto un mese fa secondo me senza beneficio e Enterasin 1 cpr 400 mg al dì x 5 gg che ho assunto più recentemente con successo, però a distanza di 3-4 giorni dal termine della terapia sento che la proctite sta tornando... cosa devo fare? Faccio un nuovo ciclo con uguale dosaggio oppure l'aumento oppure niente di tutto ciò?
Inoltre quali consigli per l'alimentazione?
Va bene se bevo 2-3 tazze di malva al giorno?

[#1]  
Dr. Giovanni Piazza

28% attività
0% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Caro utente,
un processo infiammatorio quale il suo,può essere suscettibile di trattamento farmacologico. Bisogna stabilire se è una proctite idiopatica o no!
Inoltre in presenza di una ragade anale sarebbe opportuno valutare la possibilità di sottoporsi a sfinterotomia con netta riduzione del dolore post-ponzamento del prurito, e dello spasmo dello sfintere che peggiora di sicuro il quadro anche emorroidario.
Cordialmente.Dr Giovanni Piazza
Dr. Giovanni Piazza
Chirurgo Oncologo
www.Gruppopalermomedica.blogspot.com
www.drgiovannipiazza.blogspot.com

[#2]  
Dr. Giovanni Piazza

28% attività
0% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Dimenticavo:
La malva....buona si,ma anche l'acqua circa 2 litri al dì,sono la stessa cosa! e per la dieta niente cibi piccanti,alcolici. Non stare seduto molto,niente spinning o bici.
Dr. Giovanni Piazza
Chirurgo Oncologo
www.Gruppopalermomedica.blogspot.com
www.drgiovannipiazza.blogspot.com

[#3]  
Dr. Attilio Nicastro

28% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
LECCE (LE)
ROMA (RM)
LATINA (LT)
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Caro Utente,
prima di tutto bisogna stabilire la natura della proctite e valutare la situazione della patologia anale. Una videoproctoscopia digitale (con biopsia ed esame istologico) e la manometria ano-rettale sono due esami che possono far bene inquadrare la sua patologia ed indicare la giusta terapia.
Auguri
Dott. Attilio Nicastro