Può una cicatrice sanguinare?

Buongiorno, 3 mesi fa mi è stato tolto il setone dopo una fistulotomia causata da ragade a sviluppo anteriore.
Tutto é andato bene e si è cicatrizzato tutto bene ma, soffro di colite nervosa e alterno stitichezza a evacquazioni frequenti, max 3 volte al giorno.
È successo, dopo le evacquazioni frequenti, episodi di ematochezia.
Sono andata subito dal proctologo che dopo anoscopia ha refertato ragade facilmente sanguinante.
Mi ha prescritto emoflon 2 volte al giorno e bidé con bicarbonato 2 volte al giorno e dopo ogni scarica, dicendomi però che se non passava così avrei dovuto fare una visita dal gastroenterologo.
Con la crema é passato, sono andata 4 giorni fa a fare il controllo e dopo l ennesima anoscopia mi è stato detto che non c era più nulla.
Qualche giorno dopo la visita e dopo aver smesso la crema, dopo aver faticato ad evacuare, di nuovo macchie di sangue rosso vivo.
La mia domanda è: siccome la cicatrice dell'intervento, che spesso mi pizzica e la sento tirare, termina proprio all'ingresso dell'ano, può dopo uno sforzo o dopo un'evacuazione frequente, lesionarsi e sanguinare?
Premetto che il sanguinamento è minimo.
Perché io sento proprio che quando mi passo la carta igienica, il fastidio é proprio lì dove inizia la cicatrice e quando fatico ad andare in bagno e poi ci riesco, al passaggio di feci dure sento come se la pelle si spaccasse.
È possibile?
Vi ringrazio per la risposta.
[#1]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,1k 230 2
Si è possibile, dovrà evitare la stipsi con dieta ricca di fibre e bere almeno 2 litri di acqua al di.
Saluti

Dr. Sergio Sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza/

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test