Utente 258XXX
Buon giorno gentilissimi dott. di Medicitalia.it. Ho un sospetto di condilomi sul glande del pene (piccolissimi puntini bianchi, grandezza spillo) o magari si tratta di una semplice irritazione. A scanso di equivoci ho prenotato una visita dermatologica per sapere di cosa si tratti esattamente. Il problema è che questa visita dermatologica non la farò a breve (i tempi di attesa li conoscete anche voi, non mi hanno messo un urgenza breve, quindi la visita la farò a metà marzo), ma io sono assillato da alcune domande a cui spero voi possiate rispondere. Chiedo scusa per alcune domande che magari sembreranno stupide.
1) Come si possono prendere i condilomi?
2)Cosa fa il virus papilloma che mi pare sia collegato ai condilomi? Quanto è pericoloso questo virus?
3) I condilomi quanto sono pericolosi? cosa fanno alla salute?
4) I condilomi si trasmettono col bacio?
5) Se il partner mi pratica un rapporto orale può infettarsi la bocca di condilomi? oppure i condilomi si manifestano sono nelle zone anogenitali?
6) Quali sono i rischi per me e per gli altri a parte il fatto che ci si possa infettare?
7) I condilomi quanto sono distanti dal virus HIV?
8) Si possono eliminare definitivamente e soprattutto con una cura è possibile eliminare il virus che causa i condilomi per poi fare l'amore tranquillamente?
9)Visto che non so di che si tratta è giusto parlarne col mio partner (sottolineo che da quando ho questo sospetto non pratico nessuna attività sessuale)? se si, in che termini mi consigliate di parlarne? Non vorrei creare al mio partner inutili allarmismi magari per un qualcosa che non c'entra affatto con i condilomi.
10) Il rischio di infezione è alto? se si viene a contatto diretto con i condilomi è inevitabile l'infezione o c'è la possibilità di non prenderli?
11) Se i condilomi sono sul pene e il pene viene a contatto per esempio con le mani del partner i condilomi potrebbero spuntare sulle mani?
Spero mi possiate rispondere presto perchè queste domande, magari stupide, mi assillano da qualche giorno e non ce la faccio più.
Grazie dell'aiuto.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

in virtù delle tante domande che fa e supponendo che, allo stato attuale e stesse risposte forse non placheranno di molto il suo stato ansiogeno, le fornisco due consigli:

- può vedere sotto il mio nominativo in questo Forum il lungo elenco di consulti che ho fornito riguardo le condilomatosi genitali: troverà sicuramente diverse risposte ai suoi quesiti.

- cerchi comunque di tranquillizarsi, poichè la diagnosi lei non ce l'ha ancora e perchè la malattia nell'uomo ove diagnosticata e curata in tempi dignitosi non è comunque grave. Nel frattempo rapporti protetti.

Cari Saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Dr. Antonio Del Sorbo

32% attività
8% attualità
12% socialità
SCAFATI (SA)
SALERNO (SA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
Egr. utente da Reggio Emilia,
dal numero di domande che ci pone su questo forum si evince il grado di preoccupazione che ha suscitato in Lei anche il solo sospetto di condilomi. In termini pratici ed in perfetto accordo con quanto spiegato dal collega Laino, la cosa migliore è effettuare quanto prima una visita dermatologica per poter giungere innanzitutto ad una diagnosi precisa e soltanto dopo ad un'eventuale terapia. Mi rendo conto che se da una parte internet fornisce un valido orientamento alla specialistica medica, d'altra parte può confondere i pazienti proprio come una volta avveniva con le cosiddette enciclopedie mediche tanto di moda negli anni '80. Infatti basta digitare il termine "condilomi" su quasiasi motore di ricerca e nelle donne affette comincia subito il "panico" dell'associazione tra alcuni ceppi di papillomavirus e cancro della cervice uterina. Per questo è insostituibile l'importanza di una visita dermatologica. Provo a dare una risposta alle Sue domande con lo scopo di "tranquillizzarLa" in attesa dell'insostituibile visita specialistica. Non necessariamente il quadro da Lei descritto corrisponde a condilomi, ma sarà il collega al momento della visita a stabilirlo. In calce c'è il titolo di alcuni libri che ho pubblicato anni fa sui condilomi.In bocca al lupo.

1)I condilomi (genital warts in inglese) sono delle verruche localizzate al distretto genitale e sono causate da alcuni tipi di HPV papillomavirus;

2) Nel maschio tale virus è la causa dell'infezione e della trasmissibilità della stessa;

3)Il rischio è quello di trasmettere alla partner tale infezione. Nella donna invece sussiste un certo rischio oncologico (ceppi di HPV cosiddetti ad alto rischio);

4)Il rischio di contagio con il bacio è rarissimo, ma non impossibile;

5)Veda risposta n.4;

6)Nessuna;

7)Non ci sono relazioni dirette tra i due virus. Nei rapporti occasionali con persone "a rischio" la probabilità di infezione da HPV o da HIV è più alta che nella norma;

8)SI;

9)Faccia prima una visita dermatologica; potrebbero non essere condilomi;

10)Esiste la possibilità di non prenderli;

11)La trasmissione ad altri distretti extragenitali è rara ma non impossibile.




BIBLIOGRAFIA:

1) Atlante di Dermatologia Genitale - di Antonio DEL SORBO et al. - Dermo edizioni, 2001

2) Atlante di Patologia Cutaneo Mucosa da HPV - di Antonio DEL SORBO et al. - Dermo edizioni, 2002

3) Atlante di Patologia Cutaneo Mucosa da Virus - di Antonio DEL SORBO et al. - Dermo edizioni, 2002


Dott. Antonio DEL SORBO
Medico Chirurgo - Specialista in Dermatologia e Venereologia
Corso Nazionale, 139 - 84018 SCAFATI (Salerno)
Email: antoniodelsorbo@libero.it - Sito internet: www.scafati.it
Telefono Studio Scafati: 081/8502377 - Cellulare: 338/6422985
Dott. Antonio DEL SORBO
Specialista in Dermatologia e Venereologia
Sito web: www.ildermatologorisponde.it

[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Gentile paziente,
sono piuttosto stupito dal fatto che i miei esimi colleghi quasi sottovalutino, per lo meno nell'uomo, la rilevanza di una potenziale (fichè non le sia fatta diagnosi) infezione da HPV. Nell'uomo come nella donna il virus è cancerogeno! Semplicemente nell'uomo è più accessibile da un punto di vista anatomico e di più facile trattamento per questi motivi. Non valgono poi più tanto le distinzioni che alcuni tipi di virus HPV danno i condilomi, altri le verruche, altri chissa cosa.. D'altra parte lei capisce che il virus, al momento di infettare, non è che valuti prima la sede anatomica dove darà la malattia. Inoltre, il contagio avviene sempre per contatto,quindi può avvenire anche a cavo orale o fra parti del corpo diverse (alla sua fantasia le varie combinazioni)
Mi raccomando, non sottovaluti l'infezione che è potenzialmente pericolosa ed insidiosa, perchè tende a recidivare anche per anni nonostante trattamenti fatti con grande scrupolo.
Cari saluti

Dr. Mocci
Luigi Mocci MD

[#4] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Gentile paziente,
sono piuttosto stupito dal fatto che i miei esimi colleghi quasi sottovalutino, per lo meno nell'uomo, la rilevanza di una potenziale (fichè non le sia fatta diagnosi) infezione da HPV. Nell'uomo come nella donna il virus è cancerogeno! Semplicemente nell'uomo è più accessibile da un punto di vista anatomico e di più facile trattamento per questi motivi. Non valgono poi più tanto le distinzioni che alcuni tipi di virus HPV danno i condilomi, altri le verruche, altri chissa cosa.. D'altra parte lei capisce che il virus, al momento di infettare, non è che valuti prima la sede anatomica dove darà la malattia. Inoltre, il contagio avviene sempre per contatto,quindi può avvenire anche a cavo orale o fra parti del corpo diverse (alla sua fantasia le varie combinazioni)
Mi raccomando, non sottovaluti l'infezione che è potenzialmente pericolosa ed insidiosa, perchè tende a recidivare anche per anni nonostante trattamenti fatti con grande scrupolo.
Cari saluti

Dr. Mocci
Luigi Mocci MD