Utente 141XXX
Salve,
sono un ragazzo di 26 anni. Vi espongo il mio problema che a mio parere trovo inaccettabile e vi spiego il motivo:
ho sempre avuto una chioma folta folta tant'è che l'ultima cosa che avrei mai immaginato nella mia vita, fosse quella di perdere i capelli.
Ebbene questa estate prima di partire al mare ho deciso di tagliarmi i capelli corti corti (il cosiddetto melone) e avevo la testa piena piena di capelli..una testa perfetta.
Dopo un mese di mare è cominciato il mio travaglio...ho cominciato a vedere che qualcosa non andava...i capelli erano sempre meno...cadevano parecchi capelli corti anche quando crescevano.
Ho consultato un dermatologo e mi ha detto che effettivamente la parte superiore della mia testa va incontro a diradamento e mi ha prescritto una serie di famaci, integratori, aloxidil ecc.
Ma il mio dubbio è troppo forte: possibile che in soli 5 mesi ho perso tutti sti capelli d'un botto??
Io sono molto dubbioso che sia un fatto genetico...per me non è una questione genetica.
Ebbene cosa può essere successo?? Devo fare questa cura o credere che sia stato il mare, il sole e quindi un periodo critico e attendere che i miei capelli tornino come prima??
Ho bisogno di aiuto vi prego,
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Biagioli

28% attività
0% attualità
12% socialità
SIENA (SI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gentile utente
Non ritengo plausibile attribuire il diradamento a fattori climatici ed ambientali (sole e mare). Le cause di perdita di capelli nel giovane maschio adulto possono essere molteplici anche se l'alopecia androgenetica rappresenta quella più frequente.
Per definire un approccio terapeutico utile è assolutamente necessaria una diagnosi certa che oggi lo specialista può confermare con l'ausilio dei moderni metodi di indagine non invasiva quali la dermatoscopia.
Cordiali saluti
Dr. Maurizio Biagioli
UOS Dermochirurgia
Az Ospedaliera Universitaria Senese

[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Esistono casi come "telogen effluvium" che - facendo cadere in modo eccessivo i capelli in fase telogen (ovvero quelli che dovrebbero essere sostituiti ma in modo più lieve) i quali possono "mettere a nudo" una situazione precedentemente ignorata dal paziente quale una alopecia androgenetica del cuoio capelluto ( https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=20173 ): ritengo quindi che l avisita dermatologica sia necessaria per la diagnosi di certezza e gli esami specifici non invasivi eventualmente sempre possibili (diametro medio, densità locale e dermoscopia del cuoio capelluto)

cari saluti

Dott. LAINO, Roma
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#3] dopo  
Utente 141XXX

Gentili dottori,
Vi ringrazio per avermi risposto ma io sono sicuro che precedentemente a questa estate non avevo alcun minimo sintomo di alopecia e questo è dimostrato che quando ad agosto mi tagliai i capelli corti corti non c'era alcuno spazio e la chioma era folta folta.
Ecco perchè ribadisco la stranezza del mio caso.
Comunque dove ci si rivolge per una dermatoscopia?
Grazie.
Distinti saluti

[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
La dermoscopia del cuoio capelluto assieme agli altri test non invasivi sono prodotti solo ed esclusivamente nella sede specialistica dermatologica.

Chieda preventivamente - se vorrà effettuare questi tests - se la sede prescelta li effettua di routine (nella stessa visita ad esempio)

cari saluti



Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it