Utente 112XXX
Salve.
Mia madre circa tre anni fa è stata operata per asportare un melanoma che aveva sul dorso (solo con interventi chirurgico e senza asportazione di linfonodi regionali).
Successivamente ha dovuto sottoporsi a continui esami come ecografia dell’addome, rx, ecografia latero cervicale ecc…Gli esami sono sempre stati perfetti, nel senso che sono sempre risultati negativi.
La scorsa settimana però dall’ecografia è risultato un ingrossamento del linfonodo latero cervicale dx di 2 cm (ma nell’ecografia non era neanche descritta la natura di questo linfonodo) e nell’ecografia non c’era nessuno esame consigliato da fare e l’ecografista non ha detto nulla. La prossima settimana mia mamma deve portare tutti gli esami al suo centro che la segue per farli vedere; ora però sono un po’ preoccupata per questo fatto. Secondo voi potrebbe essere che il neo a distanza di anni abbia intaccato quel linfonodo? Oppure è un semplice ingrossamento da colpo d’aria? Grazie e arrivederci

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

senza sapere ulteriori dati sullo spessore del melanoma e' difficile fare supposizioni, ma non ingenererei ansie immoivate.

Saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 112XXX

Grazie per la risposta...il melanoma era maggiore di 3 cm ma mia mamma non è stata sottoposta a chemio ma solo all'intervento chirurgico in sala..volevo solo sapere un altra cosa..in che modo il meloma può intaccare quel linfonodo a distanza di tempo?
Nel caso in cui l'inspessimento del linfonodo derivi dal melonoma cosa vuol dire? che bisogna solo togliere il linfonodo? o che la malattia sta camminando??

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
3 cm non mi sembra una misurazione plausibile: vi consiglio di rivedere benela cartella clinica
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 112XXX

Non ha risposto però alle altre domande che sono state poste.

[#5] dopo  
Utente 112XXX

Salve...volevo scusarmi per la risposta dell'altro giorno ma deve capire che comunque la tesione era tanta..(una mia amica sta perdendo la madre proprio per un melanoma che ha creato metastasi)...ho riguardato come diceva lei la cartella clinica..allora:

DESCRIZIONE MACROSCOPICA:
losanga di cute di 5 cm x 2,2 cm con lesione pigmentata a tonalità chiara con areola a tonalità più marcata di 0,6 cm x o,6. Ai suoi margini è presente una lesione a tonalità scura di cm 0,4 x 0,4. Effettuate 2 incisioni

GIUDIZIO DIAGNOSTICO
Reperto di neoformazione asimettrica caretterizzata dalla presenza a livello dell'epidermide di melanociti atipici e pleomorfi variamente orientati pigmentate disposte in unità solitarie ed in teche irregolari. Piccoli gruppi di melanociti atipici sono presenti anche nella parte superficiale del derma papillare

Ulcerazione: negativa
Neoangiogenesi: negativo
Infiltrato linfocitario: positivo
Regressione: presente
Invasione vascolare: negativa
Microsatellitosi: negativa
Nevo pre-esistente:negativo
Margini:indenni

SUPERFICIALE SPREADING MELANOMA II LIVELLO DI CLARK SPESSORE 0,25 MM CON AREE DI REGRESSIONE (T1a)



Stamattina abbiamo fatto vedere l'ecografia alla dermatologa e non sembrava preoccupata..ha detto a mia madre di rifarne un'altra e di portarla a fare vedere a settembre per vedere se il linfonodo è rientrato nelle dimensioni normali.
Cosa ne pensa?
Il melanoma di mia mamma era proprio "brutto"?
Che prognosi potrebbe avere sencondo lei?
E' a rischio di vita?
I linfonodi latero cervicali potrebbero essere intaccati?
Cosa vuol dire infiltrato linfocitario?

Grazie mille di tutto e arrivederci
Buona giornata

[#6] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Un melanoma di 0.25 pone margini di tranquillita' direi di afgidarsi al suo dermatologo di fiducia: togliere un melanoma sottile ad oggi significa svare la vita ad un paziente.

Saluti

Dott Laino, Roma
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it