Utente 287XXX
Salve, a mia moglie gli e`stata diagnosticata una micosi agli alluci dei piedi, dopo varie visite ed infinite cure, e` da un anno che girovaghiamo presso vari dermatologi, senza nessun risultato.
L´ultimo, peraltro pagato anche bene, mi dice che lamicosi posta al di sotto dell´unghia non puo`essere curata, se non prima cade l`unghia stessa, quindi rincominciamo le cure, diverse dalle precedenti, la prima per far cadere l`unghia, e solo dopo si puo`curare la micosi.
Sicuramente i dubbi permangono, tante volte le dita gli sanguinano, e mi sembra che anche un altro dito e`stato intaccato.
Ho pensato di poprtarla in un centro specializzato vicino Roma, dove qualche tempo fa un mio amico ha risolto un problema molto piu`grave.
Mi interessa sapere anche se e`contaggiosa, abbiamo due figlie in casa, e se veramente non esiste una cura efficace, anche con infiltrazioni locali.
Grazie per la disponibilita`che mi vorreste dedicare.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Gigli

28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CAMPO SAN MARTINO (PD)
MILANO (MI)
BOLOGNA (BO)
PESCIA (PT)
PRATO (PO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Presupponendo che si tratta di un onicomicosi cioe' una micosi delle unghie degli alluci, la cura consiste in Itraconazolo per via orale a cicli di 10 gg al mese per 3 mesi al dosaghgio di 4 cps die.Mi permetto comunqier di aggiungere se la diagnosi e' stata confermata da esame micologico.
saluti
Dr Paolo Gigli www.paologigli.it
Specialista in dermatologia e venerologia
Professore a contratto in scienze tricologiche mediche e chirurgiche

[#2] dopo  
Utente 287XXX

Grazie per la risposta, comunque un esame micologico non e`stato mai fatto, perche mai richiesto dai vari dermatologi consultati, addirittura l`ultimo mi ha detto che non ci sono dubbi e che la cura era quella da lui suggerita, cioe`prima cade l`unghia poi la cura si fara`.
Dr. Gigli, mi ha dato una speranza, sono contento e spero di poterle dire, al piu`presto che il problema di mia moglie e`stato risolto.
Grazie

[#3] dopo  
Prof. Matteo Basso

24% attività
0% attualità
4% socialità
GENOVA (GE)
ROMA (RM)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2004
Gentile utente,
concordo col collega circa la pulse-tp ma le preciso che se vuole eseguire come consigliato un esame squame + ev.coltura per una diagnosi le ricordo che dovrà sospendere ogni tp per un certo periodo prima di poterlo eseguire altrimenti non servirà a nulla.(il tempo della sospensione dipende dalle tp eseguite fino ad ora).
Saluti
prof. Matteo Basso
www.dermatologiaestetica.com

[#4] dopo  
Utente 287XXX

Gentilissimi dottori, i vostri consigli sono risultati efficacissimi, le unghie malate stanno per essere sostituite da quelle sane (e si vedono che sono sane), non sanguinano più, da qualche mese, sembra che il problema sia risolto.
A questo punto vi chiedo, se bisogna continuare la cura o comunque cosa fare, visto che sono passati tre mesi e ancora le unghie malate sono attaccate,(ma sotto per più di metà vi sono le nuove e sane), bisogna continuare la cura, magari con un dosaggio minore o altro?
Grazie e buon lavoro

[#5] dopo  
Dr. Paolo Gigli

28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CAMPO SAN MARTINO (PD)
MILANO (MI)
BOLOGNA (BO)
PESCIA (PT)
PRATO (PO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Difficile poterla consigliare a questo punto, potrebbe limitare la terapia solo a quella locale per almeno 2 mesi oppure ripetere per un altro mese la terapia copn itraconazolo.
saluti
Dr Paolo Gigli www.paologigli.it
Specialista in dermatologia e venerologia
Professore a contratto in scienze tricologiche mediche e chirurgiche

[#6] dopo  
Prof. Matteo Basso

24% attività
0% attualità
4% socialità
GENOVA (GE)
ROMA (RM)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2004
Concordo col collega.
Saluti
prof. Matteo Basso
www.dermatologiaestetica.com