Utente cancellato
Buonasera gent. dottori:
Sono un ragazzo di 22 anni e vi chiedo un piccolo consulto sperando di trovare un indicazione per la risoluzione di un problema a livello del meato uretrale che mi accompagna da circa 4 mesi:

Dopo una masturbazione, forse eccessiva, mi è venuto istantaneamente un gonfiore alle labbra del meato urinario solo nella parte inferiore (rivolta verso il frenulo) che NON ha causato dolore...
Ho aspettato qualche giorno, ed ho notato un leggero rigonfiamento anche nella parte interna della mucosa uretrale proprio vicino al gonfiore.. così sono andato dal medico di base, il quale mi ha dato una pomata (fucicort) perchè ipotizzava una uretrite non-gonococcigea ma non mi ha fatto nulla.
Così ho richiesto una visita dermatologica ed una analisi delle urine con urinocultura...
L'analisi delle urine è perfetta, mentre alla visita dermatologica è risultato:

"modesto edema del meato uretrale, asintomatico presente da 4 mesi"

ma non mi ha dato nulla per riassorbirlo; inoltre alla domanda "cos'è questo leggero gonfiore interno proprio appena sotto il bordo del meato?" ha ripetuto di non saperlo; non gli sembrava nulla di grave, forse una leggera escrescenza della mucosa interna... un gravicciolo (credo abbia detto così...) dicendomi di fare un tampone uretrale per scrupolo...
Inoltre durante la visita ha riscontrato anche un lievissimo accumulo melaminico (un piccolo punto nero) appena sotto l'edema sul glande comparso esattamente quando mi è venuto il gonfiore.
Il problema è che non mi ha prescritto nulla per l'edema... che brucia SOLO se viene toccato ripetutamente (non mentre urino, nè quando vado in erezione) e si gonfia se il meato fa effetto ventosa con le mutande....
inoltre, se l'esame fosse stato negativo eravamo a posto così......(?????)

Ma ora che devo fare??? quindi mi devo tenere il tutto così???? mi sembra strano... Non è il massimo della vita....ho le labbra del meato di un colore leggero rosa-bianco che si gonfiano e sgonfiano durante l'arco della giornata....

L'esame, mi sa inutile data la modalità del trauma, lo devo ancora fare ma adesso è tutto chiuso.......

Per fortuna, avevo prenotato anche una visita urologica che avrò il 15 Settembre per verificare anche la mucosa dell'uretra.
(per il leggero gonfiore che non è riuscito a capire cosa sia, magari la mucosa ingrossata per il trauma).

Vorrei sapere se l'edema si può riassorbire se curato entro l'anno (ancora non so come), e nel caso non dovesse farlo, ovvero diventare cronico, se potrei eventualmente ricorrere a soluzioni di carattere chirurgico-estetico data anche la facile raggiungibilità della zona... (in caso generale, non rivolto al mio, so che dovreste vedere...) e se posso mettere su qualcosa di neutro (non voglio farmaci ma almeno se mi conviene mettere ghiaccio, usare il sapone intimo neutro o mettere qualcosa per evitare l'attrito con le mutande...).
Grazie per le rx...

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

Come va in realta' il suo frenulo (filetto) del pene? E' sempre elastico e roseo?

Saluti
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
133800

dal 2014
beh il frenulo è elastico e funzionante, roseo con qualche piccolissima cicatrizzazione biancastra che prosegue fino a raggiungere il meato... ma queste risalgono a due anni fa circa in seguito ad una strana lesione non di origine meccanica che mi ha fatto disperare e non poco... avevo fatto anche una biopsia per capire se fosse lichen scleroatrofico ma non è risultato niente...
poi cmq la situazione si è fermata lì e tutto è tornato normale in circa 3 mesi.

Il mio problema ora coinvolge solo una parte delle labbra del meato urinario, sembrano ingrossate come se vi fosse un' uretrite, ma data la natura del trauma anche a me pare verosimile che vi sia un edema...ma non passa mai e cambia dimensione nell'arco della giornata.... sembra che si riduca quasi a scomparire per poi tornare... brucia solo se lo tocco...
Il dermatologo che mi ha visitato non mi ha dato delucidazioni sul fatto che il mio meato potesse tornare normale o meno... nè mi ha prescritto qualcosa da mettere...
non cosa pensare... poi all'INTERNO dell'uretra, appena sotto la parte del meato che risulta ingrossata e rosea-grigia, ci sono due piccoli rigonfiamenti, uno per labbra... sembrano escrescenze della mucosa...
Oggettivamente non sembrano gravi nè danno fastidio, ma non è il massimo...

Che ne pensa? cosa suggerisce di fare?

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
con qualche piccolissima cicatrizzazione biancastra che prosegue fino a raggiungere il meato... ma queste risalgono a due anni fa circa in seguito ad una strana lesione non di origine meccanica che mi ha fatto disperare e non poco... avevo fatto anche una biopsia per capire se fosse lichen scleroatrofico ma non è risultato niente...


proprio per questo le ho chiesto come era il suo frenulo: pur non avendo possibilità di visionaria ho compreso che una situazione del genere potesse avere questo tipo di legami:

su quella zona NON debbono esserci per motivi fisiologici nessuna cicatrizzazione.

Deve a mio avviso escludere un inizio di Lichen sclerosus che può comportare danno ai tessuti collegati (l'edema della parte ventrale del meato uretrale è uno di questi segni)
lo faccia con il dermatologo di sua fiducia

saluti
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
133800

dal 2014
Grazie dottore per la risposta; ho provveduto subito a porre l'attenzione su questo fatto all'urologo che mi ha visitato nella seduta che avevo prenotato in contemporanea alla visita dermatologica; al momento l'urologo non ha rilevato nulla....
L'"edema" si era riassorbito talmente tanto in quel momento che praticamente non lo ha quasi visto, idem per la parte interna...
Segni di lichen sclerosus non ne ha visti, ha notato sì le cicatrizzazioni ma erano talmente piccole che non gli hanno destato particolari preoccupazioni.

Consigli che mi ha dato dopo la visita: controllo della glicemia, prenotare almeno una visita di controllo l'anno prossimo visti i sintomi avuti in precedenza non troppo chiari e, se voglio, per scrupolo, fare un tampone uretrale.

Non so cosa pensare... tecnicamente non avrei nulla... praticamente vedo di non essere a posto...
Mi rimane il meato anomalo, si vede la pelle diversa... non è come prima... dall'aspetto è come se avessi una leggerissima uretrite asintomatica (lieve gonfiore della parte inferiore delle labbra che per me è ben visibile ma con nessuna perdita visibile, nessun dolore alla minzione) ed in più a quanto ho capito ci sta mettendo troppo a ritornare normale per essere un semplice edema dovuto a danno meccanico...

Inoltre recemente ho fatto due scoperte:

Provando ad usare con assoluta parsimonia un sapone specifico solo sul meato (dato che usando questi saponi ho già avuto due balaniti irritative) ho notato che il meato ritorna quasi normale (il gonfiore si riduce al minimo per poi ripresentarsi dopo qualche ora)...
Mentre riprovando delle leggere masturbazioni complete noto che lo sperma o il liquido incolore che rimane NEL E SUL meato tende a far unire le due labbra (si appiccicano completamente e non è stato un caso isolato).

A questo punto mi rimane da fare, il tampone uretrale (cosa consigliata per puro scrupolo da entrambi gli specialisti) per verificare se non ho qualche lieve infezione batterica, pur avendo già fatto un'urinocoltura risultata negativa.

Che ne pensa? qualche suggerimento?

P.s (vedo che non l'ho scritto nel primo messaggio, la prima volta che sono sono andato dal medico di base mi ha prescritto anche della ciprofloxacina teva 500 mg per 6 giorni via orale associata al fucicort pomata).

Mi scuso se sono molto "prolisso" nello scrivere, ma preferisco avere una sorta di anamesi scritta per evitare di scordare qualcosa....

[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
nonostante la sua prolissità non cambio il mio miglior consiglio di escludere un lichen sclerosus e questo può farlo solo direttamente nella sede dermatologica venereologica.

saluti ancora.
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#6] dopo  
133800

dal 2014
La ringrazio infinitamente per la pazienza, eseguirò il tutto per la metà di settembre: visita dettagliata dal mio dermatologo venerologo che ormai mi sono scelto, sperando bene,anche perchè la cosa comincia a preoccuparmi seriamente visto il punto fin dove è arrivata e faccio il tampone uretrale per controllo.
La aggiornerò presto.
Grazie mille