Utente 547XXX
Da circa 2 mesi ho notato sul glande una chiazza color rosa chiaro,quasi bianca, tra il meato uretrale e il frenulo.Non è rilevata nè ulcerata, ma si presenta identica all'epitelio vicino, eccetto per il colore.
é di ca.1,5cm di diametro,allungata,con margini sfumati e irregolari. Il meato non è interessato, tuttavia ho iniziato a notare da 1 mese,non so se vi sia correlazione, la perdita di una due goccie di urina anche dopo un'ora dalla minzione.
Non ho alcun dolore o bruciore durante la minzione.
Il prepuzio è normale.
Chiedo consigli, non so se mi convenga più chiedere la visita dermatologica,urologica o andrologica.
La mia paura, dopo aver visto alcune foto sul Fitzpatrick del lichen scleroatrofico e averne notato la somiglianza con la mia macchia, è appunto di avere questa patologia.
Vi sono altre patologie, magari anche infettive, che possono presentarsi con una macchia simile alla mia?

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RN)
FANO (PU)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
Gentile Utente solo con la visita dermatologica potrà dirimere i suoi dubbi,ci sono anche le ipomelamie post infiammatorie,va esclusa una vitiligine,le balano postiti micotico/batteriche,et cetera..et cetera,questo non per ingenerarle ulteriori ansie ma per farle capire la necessità di visione diretta da parte del Dermatologo che è specialista di cute,annessi cutanei e mucose tra le quali quella genitale.
saluti
Alessandro Benini
Dr.Alessandro Benini
Dirigente Medico Centro Grandi Ustionati
Osp."M.Bufalini" Cesena

[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Genitle utente,

perchè autoinenerarsi ansie supletive, con immagini e ricerca di varie patologie ?

credo che il miglior consiglio che le possiamo fornire da questa sede è quello di rivolgersi allo specialista venereologo (esperto di cute e mucose genitali) per chiarire con esattezza il problema ed escludere cause riconducibili al lichen sclerosus od alla vitiligine peniena, in primis.

cari saluti
Dott. Luigi Laino
ricercatore dermatologo e venereologo, ROMA

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it