Utente 212XXX
Salve.
Sono un ragazzo di 25 anni, fino ad un mese fa portavo i capelli lunghi (tenuti per circa 6 anni). Da un paio di anni a questa parte ho cominciato a soffrire di diradamento dei capelli nella zona frontale e di un minimo di stempiature. Tutto sommato, però, era una cosa accettabile. Come ho già detto, un mese fa ho deciso di tagliare i capelli e farli corti. Da quando li ho tagliati non faccio altro che perderli. Ogni mattina mi alzo e noto con grande dispiacere che le stempiature aumentano giorno dopo giorno, e che i capelli nella parte frontale si diradano sempre più (Ci sono molti capelli piccoli e corti che credo si chiamino vellus).
In famiglia, mio padre ha sempre avuto i capelli (comincia ad averne meno ora che ha 55 anni, ma non è di certo calvo) mentre mio zio (da parte di mia madre) è calvo (Come lo era del resto mio nonno).
Ora, vorrei sapere, un così brusco aumento di perdita di capelli, è "normale"? Possibile che in meno di un mese abbia perso così tanti capelli?
Devo rassegnarmi o dite che una visita dermatologica mi possa aiutare?

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Verosimilmente si tratta di alopecia androgenetica , come prima ipotesi.
La visita dermatologica potrebbe essere molto utile , anche perchè esistono valide terapie per questa patologia.
cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#2] dopo  
Utente 212XXX

La Ringrazio per il rapido consulto.
Ammetto di vivere la cosa piuttosto male. Sono sempre stato un pochino vanitoso e perdere i capelli è veramente irritante.
Prenoterò immediatamente una visita dermatologica, non credo nei miracoli, ma quantomeno vorrei provare a rallentare la caduta.