Utente 332XXX
Da circa un anno soffro di arrossamenti al glande . All'inizio addirittura con sanguinamento dalle parti arrossate , ossia macchie rosse sanguinanti apparse da un giorno all'altro . Andato in visita in un centro specializzato a Roma mi dicono è balanite molto probabilmente da farmaci . Mi danno una cura a base di acido borico ed una crema che mi bruciava come il fuoco quando la mettevo prescrivendomi analisi per treponema pallidum risultato negativo . dopo un po senza migliorie ho provato una crema antimicotica ed il problema sembrava diminuire .... comunque dopo circa 15 gg. sembrava scomparso . tuttavia , ogni tanto ritorna senza apparente motivo , ma sicuramente dopo avere rapporti sessuali se non metto una crema diventa come il fuoco . Il fatto strano , è che in condizione di raggiunta normalità senza macchie e bruciore , appena terminato rapporto sessuale (da notare che non ho avuto rapporti non protetti da almeno due anni se non con la mia compagna) inizia immediatamente a bruciare ed a comparire i segni rossi (macchie rosse ) ed anche alla mia compagna inizia a bruciare fortemente l'esterno vagina che si placa solo con l'applicazione di crema al cortisone . Avviene una reazione quasi come allergica ...???? da cosa può dipendere ? e che tipo di analisi posso fare per capire di che si tratta ?? da notare che per controllo la mia compagna ha fatto già due tipi di tampone vaginale uno per infezioni da funghi ed un altro per infezioni batteriche tutti e due negativi !!! Sarei molto grato se poteste darmi qualche suggerimento in merito ad eventuali esami da fare o possibili cure da intraprendere . Grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

Sebbene di balaniti balaniti ( www.balanopostite.it ) ce ne sono decine direi di non abusare assolutamente del cortisolo poiché apparente nte utile, può invece creare danni seri e ritardi diagnostici.

So affidi (con rinnovata fiducia) ad un esperto del settore (venereologo) e chiarirà con selettività il suo problema.

Lo faccia dopo almeno 2 settimane giorni dalla sospensione del cortisone.

Cari saluti

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it