Utente 739XXX
Salve a tutti,
il mio problema è il seguente: da qualche mese soffro di una forma di acne che il dermatologo ha definito come cistica se non sbaglio...comunque siccome siamo in periodo estivo non ha potuto prescrivermi farmaci antibiotici e per questo sto seguendo questa cura:1 compressa di Diathynil dopo i pasti(principali),la sera lozione Lysanel e la pillola Gracial...
ora seguo questa cura da circa 2 settimane ma non ci sono stati miglioramenti anzi il mio viso è peggiorato...mi è stato consigliato di prendere molto sole e fare qualche lampada ogni tanto ma mi sono accorta che dopo che prendo il sole mi gonfia tutta la parte sotto le mandibole e attorno dove vi è la maggior concentrazione di acne con la conseguente formazione di cisti sottopelle e grandi pustole con pus molto evidente...il farmacista mi ha allora consigliato di mettere sopra queste pustole Aureomicina 3% unguento...e così ho fatto..questa è come se tirasse fuori tutto il pus e lo sciogliesse in qualche modo così che con una breve pressione ai lati venga via facilmente...solo che a volte rimangono dei buchi.
Ciò che volevo chiedere a voi esperti è: è giusto togliere queste pustole disinfettandole poi con Lysanel o le devo lasciar seccare? ma quando poi sono secche e formano una crosticina (a volte abbastanza grandi) cosa devo fare??? attendo una vostra gentile risposta...
cordiali saluti...
Dalila

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
direi che la strada più congrue deve essere ricercata assieme al dermatologo che l'ha visitata:

ovviamente se di acne nodulo cistica si tratta, stiamo parlando di una forma seria e quindi di difficile risoluzione con terapie topiche.

si aggiorni quindi con il dermatologo per la diagnosi e le prospettive terapeutiche di certezza.

cari saluti

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 739XXX

la ringrazio tantissimo della tempestiva risposta...
comunque mi sono già aggiornata con il mio dermatologo solo che non ho chiesto per le pustele cosa devo fare e volevo chiedere un consiglio a voi...se devo togliere il pus o no...e come mi devo comportare con le crosticine che si formano su alcune di queste evitando la formazione successiva di cicatrici...se c'è qualchè farmaco per alleviare l'arrossamento cutaneo e l'infiammazione,e se tutto questo rossore e gonfiore possa essere causato dal sole o dalle lampade(che approposito,vanno bene?)
ringrazio anticipatamente e mi scuso per il disturbo...
cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Lei non disturba affatto: siamo qui per questo e per ribadirle che i dettami di questo tipo debbono essere resi dal dermatologo che la tiene in cura, il quale avendo diagnosticato il suo tipo di acne e la conseguente gravità, può indicarle i riferimenti più giusti da effettuare.

sappia che l'automanipolamento delle lesioni acneiche, non faranno che peggiorare il quadro innescando anche più lunghe sequele cicatriziali.

carissimi saluti

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 739XXX

Daccordo...la ringrazio tanto...lei è stato gentilissimo.

carissimi saluti