Utente 346XXX
Gentili Dottori,
sono una ragazza di 25 anni. Ieri, in seguito a forte mal di gola con placche su una tonsilla e febbre che dura da due giorni, mi è stata diagnosticata dal medico di base una tonsillite, da curare con Amoxicillina 2 volte al giorno (2 g totali) per 8 giorni e paracetamolo per la febbre. Oggi tuttavia mi sono accorta di un forte dolore/prurito vaginale e guardandomi ho notato a livello della fossa vestibolare delle placche biancastre, non rimuovibili, in prossimità delle quali il dolore è molto forte e inoltre 3 o 4 papule dure e indolori a livello delle piccole labbra. Ho avuto rapporti sessuali non protetti durante la settimana scorsa con lo stesso partner. Sono suscettibile a candidosi in quanto l'ho contratta sia a gennaio che ad aprile ma i sintomi non corrispondono e credo si possa trattare di malattia venerea. Vorrei precisare che per qualche mese mi trovo a vivere all'estero quindi non so bene a chi rivolgermi, comunque ho prenotato una visita da un ginecologo per mercoledì prossimo. É sufficiente come tempismo o devo ricorrere ad un'urgenza? Nel frattempo volevo sapere se il trattamento per la tonsillite (che a questo punto potrebbe essere collegato) potrebbe peggiorare la situazione e se posso adottare qualche accorgimento per ridurre il fastidio. Che malattia potrebbe essere?
Vi ringrazio per le gentili risposte

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissima,
la risposta è Si:

sebbene il trattamento sia necessario, gli antibiotici a largo spettro possono innescare anche in soggetti altrimenti sani una candidassi genitale; in tal caso la visita venereologica e la terapia susseguente risolvono il caso.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 346XXX

Grazie per la risposta.
Secondo lei potrebbe quindi trattarsi di candidosi? Mi consiglia di continuare o sospendere l'amoxicillina in attesa della visita ginecologica?
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Consiglio come comunicato e anche per la donna, la visita VENEREOLOGICA ideale e specifica per questi problemi.

Da qui le ipotesi sono plausibili, ma mai vincolanti. Pertanto mai potremmo modulare una terapia o prospettarle un'altra. Segua i miei consigli quindi.
Saluti carissimi
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it