Utente 775XXX
Salve, sono un ragazzo di 27 anni, mi è stata diagnosticata dal dermatologo l'alopecia androgenetica, sebbene non abbia casi nella storia famigliare sia di mio padre sia di mia madre di parenti con questo tipo di problema.

Nello specifico mi è stata inquadrata un'aa allo stadio 2a della scala norwood. In effetti ho una stempiatura bilaterale ancora direi non molto profonda e larga, (3x5 cm), ma nella parte centrale della fronte ho avuto soprattutto nell'ultimo anno un diradamento notevole. Ai margini delle stempiature, come nell'attaccatura frontale, i capelli rimangono sottili e non superano il centimetro e mezzo-due.
Sul vertice non ho particolari diradamenti al momento.

Il dermatologo mi ha prescritto la finasteride, 1mg/die e minoxidil 5%, che però a giorni alterni io sostituisco con minoxidil 2%, a causa degli eccesivi residui che il primo mi lascia sui capelli. La finasteride la sto assumendo da un paio di mesi, il minoxidil da due settimane.
Per di più il farmacista mi ha consigliato l'integratore bioscalin.

Dopo questa lunga premessa, avendo letto in più occasioni che in genere la parte frontale è meno reattiva alle cure volevo chiedere se almeno ciò che mi è stato prescritto trova il vostro consenso e se nel mio caso non c'è nient'altro che si possa fare per frenare la caduta dei capelli....e magari recuperare qualcosa se possibile.

Ultima informazione: con l'assunzione di finasteride ho notato una fastidiosa diminuzione della potenza sessuale, che sapevo poteva essere tra gli effetti collaterali. Cosa si può fare per ridurre al più presto quest'aspetto e non inficiare la cura?

Grazie e mi scuso per la prolissità.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

poche e chiare parole in merito:

1) la finasteride non provoca diminuzione della potenza sessuale ma solo (e nello 0.6% dei pazienti) un calo del desiderio sessuale che è ben altra cosa: attenzione quindi all'effetto psicologico.

2) la terapiia deramtologica imposta dal dermatologo trova consenso in relazione alla diagnosi effettuata: il sottoscritto non iutilizza però il minoxidil 5% per diversi motiivi, ma ogni dermatologo sceglie la sua terapia.

3) non sono d'accordo sul consiglio del farmacista a prescindere dalla marca del prodotto.

4) è fondamentale avere delle immagini del suo aspetto per effettuare dei confronti nel tempo (fondamentali poichè è impossiibile andare a "caso" nella determinazione del miglioramento della AGA)

le consiglio la lettura di questo mio articolo idi approfondiimento sul nostro portale medicitalia.it se avrà la pazienza di leggerlo - sul tema della calvizie.
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it