Utente 894XXX
Caro Dottore,
Vorrei chiedere un’informazione, molto importante per me – da circa 2 anni ho, sul polpaccio destro, una escrescenza/nodulo (circa 0,5 cm), di colore rosa chiaro, dura; asintomatica. Il mio dott. di famiglia ha detto che si tratta di un granuloma da corpo estraneo; qualche mese dopo questa diagnosi, spaventata (dopo di leggere un articolo su Internet) che si possa trattare di un tumore maligno di pelle, sono andata al Pronto Soccorso, dove ho trovato un dermatologo: secondo lui, era un fibroma, “niente di ché preoccuparsi”, che si può facilmente esportare; in seguito, sono andata dal dermatologo presso la Clinica Dermatologica, di Policlinico – mi hanno detto, che effettivamente sembra un granuloma, e che non è consigliabile l’esportazione, perché sarebbe stata “una cicatrice sopra un’altra”. Che cosa devo pensare ? – veramente non è niente di grave ? C’è qualche possibilità che si possa sviluppare in una cosa maligna ? Dovrei esportarlo immediatamente ? Chi può avere ragione ?
(poco fa, anche una mia amica ha avuto un fibroma, sulla schiena, che è stato subito esportato, con il sospetto di un tumore maligno (dopo l’esame microscopico, sembra che non si è trattato di una cosa maligna)…; in ogni modo, il chirurgo oncologico di mia amica, ha detto che: “tutti i fibromi ed altre escrescenze devono essere esportate per non degenerare” – è vero?)
La prego tanto di rispondermi al più presto possibile, sono molto preoccupata e agitata… non so che fare, soprattutto adesso, dopo la traumatica esperienza di mia amica…
Grazie!

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Cara Utente,

Innanzitutto le raccomando la massima tranquillità. Da quanto scrive si capisce che non deve preoccuparsi e non ha nulla di allarmante. Innanzitutto è una lesione che non cresce (Lei dice che sono già 2 anni che è lì). Probabilmente il caso della sua amica è molto diverso, e magari c'erano altri indizi che consigliavano l'asportazione per eseguire un esame istologico. Per quanto riguarda l'opportunità dell'asportazione del Suo nodulo non vedrei controindicazioni, ma solo se le desse fastidio.
Inoltre terrei a dire che i fibromi sono un qualcosa di assolutamente benigno.

Sperando di essere stato utile, porgo cordiali saluti

Dr. Carlo Pastore
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#2] dopo  
Dr. Paolo Gigli

28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CAMPO SAN MARTINO (PD)
MILANO (MI)
BOLOGNA (BO)
PESCIA (PT)
PRATO (PO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
si fidi dei pareri forniti.Con buone probabbilita' si tratta solo di un drmatofibroma lesione assolutamente benigna.
saluti
Dr Paolo Gigli www.paologigli.it
Specialista in dermatologia e venerologia
Professore a contratto in scienze tricologiche mediche e chirurgiche

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non è affatto vero, e sono stupito che l'abbia affermato un chirurgo oncologo, che "TUTTI I FIBROMI ED ALTRE ESCRESCENZE DEVONO ESSERE ASPORTATE PER NON DEGENERARE "(!!).
Se così fosse ...quasi tutta la popolazione dovrebbe essere sottoposta a terapia chirurgica preventiva.
Cordiali saluti.
Salvo Catania
www.senosalvo.com
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Dr. Amedeo Guagnano

24% attività
0% attualità
12% socialità
SAN SEVERO (FG)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
Da quello che dice semvra proprio trattarsi di un dermatofibroma (se poi lo ha detto anche il dermatologo che ha consultato...!). In questo caso, nulla da fare. L'asportazione, molto probabilmente, le porterebbe una cicatrice ancora più visibile. Saluti
Dott. Amedeo GUAGNANO
Ufficiale Medico A.M.
Specialista in Dermatologia e Venereologia
San Severo (FG) - via Vieste, 8

[#5] dopo  
Dr. Petar Bojanic

24% attività
0% attualità
0% socialità
()

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2003
Mi pare che la diagnosi clinica sia fibroma. Si puo' fare anche un esame con dermoscopio(tecnica non invasiva) per confermare la diagnosi ed essere assolutamente tranquilo.
Cordiali saluti
Dr Petar Bojanic

[#6] dopo  
Prof. Sandro Zarulli

24% attività
0% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2003
Allontani gli allarmismi.
Sicuramente non è niente di preoccupante,ma anche l'asportazione,qualora, controlli più approfonditi, dovrebbero orientare in tal senso,risulta essere,in questo caso, un'intervento di qualche minuto con una cicatrice minima.
Quella cicatrice Le ricorderà solo quello che è stato e che non è più.
Saluti.
sandro zarulli

[#7] dopo  
Utente 894XXX

Carissimi Dottori !!!
Vi ringrazio tanto, tanto per le Vostre risposte, che mi hanno tranquillizzata. Solo una cosa - alla fine, mi è stato detto (dal dermatologo di Policlinico, dal mio medico) di non intervenire con l'asportazione; che "non è necessario, in questo caso". Allora, secondo Voi, dovrei fare così o insistere sull'asportazione e sui controlli maggiori ?
Sarei molto grata per un Vostro ulteriore consiglio! Grazie tante!

[#8] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Segua i consigli del Suo medico :
-si tratta di lesione assolutamente benigna la cui probabilità di degenerazione maligna è del tutto trascurabile.
- controlli il Suo corpo (seno ,pelle...) ma
non è necessario
eseguire controlli specialistici dopo una diagnosi
clinica di dermatofibroma ,che suppongo sia stata integrata da un esame dermatoscopico in occasione della visita dermatologica.
Cordiali saluti
Salvo Catania
www.senosalvo.com
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#9] dopo  
Utente 894XXX

Purtroppo - no, durante la visita dermatologica non è stato eseguito un esame dermatoscopico... (e gli altri controlli sul corpo - sono legati sempre al dermatofibroma ?)

[#10] dopo  
Utente 894XXX

...che succede adesso ??! Nessuno mi ha consigliato di esguire questo esame! E se si sono sbagliati e lì sta succedendo qualcosa ?! E' passato un anno dalla mia visita al Policlinico!

[#11] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Cerchiamo di fare un pò di chiarezza :
1) La diagnosi di dermatofibroma è CLINICA ,cioè si può
essere certi che si tratti di una lesione BENIGNA semplicemente con la visita e... tanto PUO' BASTARE !
2)Alla osservazione clinica MACROSCOPICA si
può affiancare la osservazione MICROSCOPICA per mezzo di uno strumento chiamato dermatoscopio, che è più sicuramente utile per altre lesioni , mentre è "superfluo" per il dermatofibroma.
CONCLUSIONI: quanto ha già fatto LEI è....anche troppo per un semplice dermatofibroma !!!!!!!!!!
Forse sono stato frainteso nel precedente intervento ;
io intendevo dire : "controlli, se vuole seguire programmi di prevenzione, qualsiasi altro organo (seno, utero...ecc.)e NON FACCIA PIU ' NULLA , neanche i controlli ,per il dermatofibroma !
Se lo desidera può contattarmi telefonicamente...forse a voce è più semplice......per mezzo dei recapiti che può trovare su questo sito o su
www.senosalvo.com
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#12] dopo  
Utente 894XXX

Dottor Catania,
Le sono grata immensamente per la Sua pazienza, la disponibilità, ma soprattutto - per le Sue risposte tempestive !!! Purtroppo, mi spavento tanto di fronte alle malattie (che forse si è visto un pò...)e le cose che mi ha raccontato la mia amica, mi hanno messa in agitazione.
Di nuovo - GRAZIE TANTE! DZIEKUJE BARDZO (in polacco)!
PS.
Grazie anche a tutti altri Dottori che sono stati così gentili a rispondermi!

[#13] dopo  
Dr. Marcello Stante

28% attività
0% attualità
12% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
cara amica,
non dovrebbe allarmarsi ma fidarsi del parere di uno specialista dermatologo che con pazienza le spieghi quello che lei ha e le possibili alternative terapeutiche (se necessarie). per il resto concordo con quanto detto dai miei colleghi che le hanno risposto prima con molta saggezza,
saluti
Dr Marcello Stante
STUDIO MEDICO DERMOESTETICO
V. Berardi 18 - Taranto
dottstante@tele2.it

[#14] dopo  
Dr. Amedeo Guagnano

24% attività
0% attualità
12% socialità
SAN SEVERO (FG)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
Superfluo aggiungere altro...Il dott. Catania è stato molto chiaro. Più che altro dovrebbe cercare un colloquio maggiore col Suo dermatologo. SALUTI! STATT BUEN!!(in pugliese)
Dott. Amedeo GUAGNANO
Ufficiale Medico A.M.
Specialista in Dermatologia e Venereologia
San Severo (FG) - via Vieste, 8

[#15] dopo  
Dr. Petar Bojanic

24% attività
0% attualità
0% socialità
()

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2003
Non ho capito bene. Ma la dermoscopia e' fatta..o no? Perche' la dermatofibroma ha il suo quadro clinico particolare
Dr Petar Bojanic

[#16] dopo  
Dr. Petar Bojanic

24% attività
0% attualità
0% socialità
()

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2003
il centro come cicatrice e periferia con pigmentazione( a volte)
Dr Petar Bojanic

[#17] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
insisto,ovviamente è solo una opinione, ma....spero di riuscirci : al Suo posto NON FAREI PIU' NULLA perchè
gli unici medici che hanno potuto visitarLa (ben 3 :il medico di base e 2 specialisti dermatologi) hanno concluso, senza manifestare il minimo dubbio, che..................."NIENTE DI CHE PREOCCUPARSI".
Se poi si tratti di un dermatofibroma o di un granuloma e
che la diagnosi sia stata confermata o no dall'osservazione dermatoscopica......IN OGNI CASO....
non c'è NULLA DI SOSPETTO in senso oncologico !!!!!!!!!
Cordiali saluti.
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#18] dopo  
Dr. Petar Bojanic

24% attività
0% attualità
0% socialità
()

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2003
Che fine abbiamo concluso? La dermatoscopia e' stata fatta( e con qualli resultati) o no?
Dr Petar Bojanic

[#19] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
"NO...purtroppo no " aveva scritto l'utente 8949 nella replica n. 9 e n. 10.
Il sottoscritto aveva replicato (si tratta solo di una opinione)...di non ritenere IN QUESTO CASO indispensabile l'esame dermatoscopico sulla scorta delle informazioni fornite dalla utente,sulle diagnosi formulate dai colleghi dermatologi e soprattutto
per........... NON INGENERARE FOBIE INGIUSTIFICATE che
nella nostra professione dovrebbero essere tenute in considerazione........al pari dell'esame dermoscopico che integra l'esame clinico. !!!!
Auguroni a tutti !!!!!!!!!
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#20] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E tra l'altro....non è poi neanche detto che l'esame dermoscopico non sia stato eseguito ad integrazione dell'esame clinico.Nel corso delle visite dermatologiche alla nostra utente non poteva certo sfuggire l'uso di un
dermoscopio analogico ad immersione. Ma se (il sottoscritto lo utilizza persino nel corso di una visita senologica) gli specialisti hanno utilizzato un dermoscopio a luce polarizzata che può "nascondersi" nel palmo di una mano per le sue diminsioni ridotte, l'indagine potrebbe essere sfuggita alla paziente o comunque non considerata come disgiunta da quella clinica.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com