Utente 775XXX
sono una ragazza di 23 anni. con precedenti di dermatite atopica. Le scrivo perche venerdi scorso, 8 agosto, mentre mi trovavo in auto si è scatenato improvvisamente un insopportabile prurito alle ginocchia, dove batteva il sole. Nel giro pochi minuti al prurito si accompagna un leggero gonfiore, la pelle che assume un aspetto a lucertola, e macchie molto rosse. Dopo 10 minuti il tutto compare anche nelle braccia, spalle, decollete, collo, viso e mani, ma venivano risparmiate le parti coperte da vestiti. Mi sono precipitata al pronto soccorso temendo una reazione allergica, e li mi hanno somministrato endovena un coktail di antistaminici e cortisonici(metilprednisolone F 125mg/2ml solu-medrol +clorfenamina 10mg/1ml trimeton + ranitidina F 50mg/5ml zantac) . Dopo soli 10 minuti di questa flebo la reazione regredisce fino a scomparire del tutto. Dopo 3 ore mi dimettono, ma non faccio neanche a tempo di arrivare in auto che la reazione viene fuori ancora più forte( erano le 14) con macchie molto ma molto più evidenti di prima, sopratutto la parte alta del viso. Di nuovo antistaminici e cortisone, alle 16.30 esco per una prova, ricompaiono le macchie in forma piu attenuata: la diagnosi è orticaria solare da fotoesposizione. Torno a casa, le macchie regrediscono quando sto a casa, ma non posso espormi al sole. Devo continuare la terapia antistaminica per altri 20 giorni (xizal) 1 compressa al giorno e non espormi al sole. Sono passati 6 giorni, ho provato ad uscire in balcone quando questo è in ombra, ma dopo 10 minuti mi rispuntano le macchie e poi divento tutta rossa, anche nel palmo delle mani, peraltro le parti in questione si surriscaldano tanto. Quindi rientro immediatamente a casa, e tutto passa, ma per 1 ora circa ho una grande sensazione di affaticamento, nausea, giramenti di testa, e un aumento della temperatura corporea di 0.5 gradi.
Quello che chiedo a voi medici e di chiarirmi meglio cosa sta succedendo nel mio corpo. In ps non mi hanno nemmeno fatto delle analisi del sangue,nè prove allergiche o altro. é possibile che si tratti di porfiria? cosa può scatenare la mia fotosensibilità, anche all'ombra!? e poi, io assumo yasminelle da tre anni, puo essere la pillola un agente fotosensibilizzante? un' ultima cosa: è possibile che quel coktail di farmaci che mi hanno dato al ps abbia diminuito la capacità contraccettiva della pillola?
Vi ringrazio per la disponibilità, spero risponderete al più presto, anche perche tra pochi giorni dovrò prendere un aereo per tornare a casa, quindi si prevede una forzata esposizione al sole che mi preoccupa parecchio... pochi minuti al sole m fanno sembrare un mostro, non oso immaginare 1 ora al sole o semplicemente fuori all'ombra cosa potrebbe causare!

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
gentile utente,

scartiamo la porfiria anzitutto e orientiamoci verso una possibile orticaria solare, od una fotodermatite allergica o tossica.

E' necessario in questi casi procedere in 2 step:

1) stabilire la terapia di attacco per tamponare i fenomeni acuti (importante inoltre l'astensione completa dal sole)

2) stabilire con un accurato escursus diagnostico quello le connessioni e la diagnosi di precisione, il tutto nella sola sede dermatologica.

cari saluti e ci tenga pure aggiornati
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 775XXX

ma andrà via questo problema? perchè mi sta davvero facendo vivere male..

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
certo che andrà via. servono le dovute cure però.
saluti.
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 775XXX

grazie per avermi risposto.. la informo comunque che da 2 giorni ho cambiato terapia antistaminica, 2 compresse di aerius al giorno. Credo che stiano cominciando a fare effetto.. adesso andando fuori mi macchio leggermente meno... sebbene persistano, anzi sembrano quasi aumentati i fenomeni di nausea, giramenti di testa e affaticamento che si accompagnano all'arrossamento. A prorposito... ho un dubbio: può la pillola anticoncezionale avere scatenato tutto quanto? Grazie ancora.

[#5] dopo  
Dr. Alessandro Benini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RN)
FANO (PU)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
No,Gentile Utente, la pillola anticoncezionale non può causare reazioni fotoindotte
Cari saluti
Dr.Alessandro Benini
Dirigente Medico Centro Grandi Ustionati
Osp."M.Bufalini" Cesena

[#6] dopo  
Utente 775XXX

gentili medici( e futuri colleghi..) vi scrivo per tenervi aggiornati sulla mia situazione.. Giovedi 21 agosto mi sono recata da un dermatologo e dopo avergli spiegato la situazione mi ha prenotato per l'1 settembre delle visite specialistiche, i fototest, consigliandomi di smettere di assumere l'antistaminico aerius e la pillola anticoncezionale che per fortuna finiva venerdì 22.

Smetto l'aerius, peccato che gia l'indomani mattina mi sveglio con un prurito maggiore e alcuni pomfi sul corpo che somigliano a delle punture di zanzara, abbastanza pruriginosi..

Ieri sera alle 6.30 è successo qualcosa di insperato.. esco fuori in veranda perche non ce la facevo piu a stare chiusa in casa e succede quello che aspetto da quasi 20 giorni: non mi macchio. Sebbene stia al sole non mi macchio, non succede nulla!solo una macchietta e un po di prurito.
(premetto che al mattino non avevo mangiato latte...ma al pomeriggio avevo assaggiato un po di yogurt.)

Stamane invece colazione con latte e cereali, come sempre da quando sono piccola, decido di andare fuori per vedere ancora se "il miracolo si ripete" ma purtroppo le cose non vanno come speravo: appena fuori cominciano a prudermi sempre piu i pomfi simil puntura di zanzara, mi riempio di piccole bolle che mi fanno sembrare la pelle come quelle delle lucertole, il prurito è pazzesco, arrivo a ferirmi da quando mi gratto, la pelle si arrossa tantissimo, sono agitata, prendo 1 compressa di aerius perche un prurito cosi insopportabile non l'ho mai avuto. Vado in doccia, fredda perche la pelle scotta. Dopo mezz'ora comincia tutto a regredire. é passata 1 ora e mezza: non ho più nulla.

Adesso però mi chiedo: non sarà mica il latte la causa di tutto ciò? ieri non ne avevo bevuto a colazione e il pomeriggio non mi sono macchiata.

SO di alcuni esami da fare che possono rilevare un'eventuale intolleranza o allergia al latte. DEvo farli? e ancora: io sono sempre stata una gran bevitrice di latte, da sempre, sebbene non mangio i formaggi perche non ne sopporto il gusto e l'odore. Da cosa potrebbe derivare un'improvvisa intolleranza al latte in un adulto? non avrò mica un infezione intestinale che impedisce agli "enzimi del latte" di digerirlo? se si quali esami dovrei fare per individuare una probabile infezione all'apparato digerente?

Ci tengo comunque a dire che l'aerius ha tracce di lattosio, e purtroppo anche la pillola anticoncezionale che prendo, yasminelle.

Grazie a chiunque vorrà rispondermi..

SAluti

[#7] dopo  
Utente 775XXX

vi riscrivo perche a distanza di quasi 10 giorni la situazione non accenna a diminuire affatto. ieri ho fatto la prima seduta per i fototest, domani dovrò ripetere l'esposizione. MA sono davvero molto perplessa... sono stanca per questa situazione, i medici mi dicono che anche per fare i fototest ci vuole tempo, ho chiesto loro se magari non fosse anche il caso di fare esami del sangue e allergologici più approfonditi e ho solo ottenuto un superficiale " ma non c'è bisogno..." .
DAvvero non c'è bisogno?

Ho letto di come l'uso di certe erbe e piante possa dare sollievo e a volte risolvere questo problema: parlo del ribes nero e del natrium muriaticum. Voi cosa mi dite in proposito?
So che se il problema non andrà via sarò costretta a imbottirmi di farmaci, antistaminici e cortisone sopratutto, e io non voglio assolutamente prenderlo, quindi devo trovare un'alternativa, ove possibile.
PUo davvero il ribes dare gli stessi o quasi effetti antinfiammatori del cortisone?
Vi prego rispondetemi..

[#8] dopo  
Dr. Alessandro Benini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RN)
FANO (PU)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
Gentile Utente per ricevere risposte su tali terapie potrebbe testare la richiesta, su medicine non convenzionali.
Per quanto riguarda il poter cercare di individuare la causa del suo problema, non deve che attendere l'esito degli accertamenti nonchè la prescrizione di ulteriori, se ritenuti necessari, magari in ambito di Day Hospital.
Cari saluti
Dr.Alessandro Benini
Dirigente Medico Centro Grandi Ustionati
Osp."M.Bufalini" Cesena

[#9] dopo  
Utente 775XXX

Sono passati 3 mesi. Ad oggi il problema non è migliorato. Nel mese di settembre ho cominciato ad assumere 1 compressa di atarax al di, trattamento che ho sospeso a meta ottobre. I risultati li ho visti per soli 15 giorni, la prima metà di ottobre, poi però dopo 1 settimana dal termine del trattamento il problema macchie e prurito e tornato.
Seguita da un altro dermatologo ho fatto degli esami per evidenziare l'eventuale presenza di problematiche autoimmunitarie, e l'unica cosa che si è rilevata è stata la presenza di anticorpi anti-parete gastrica. Adesso è inverno, il sole c'è poco ma alla prossima primavera cosa farò? assumerò atarax a vita??(che peraltro è un farmaco fortssimo).

Ho contattato un altro dermatologo, privato questa volta, è secondo lui è un problema di basse difese immunitarie (?) o forse c'è la presenza di qualche "focalità" tipo adenoma ormone secernente. Mi ha prescritto cosi di fare un RX craniale per vedere se ho il setto nasale deviato(che ho per certo perche anni fa l'ho fatta proprio per questo vedere se c'era una rottura del setto a seguito di una caduta) e per vedere se ci sono queste focalità nel cervello o nelle gengive (ho avuto dei problemi ai denti..), dosaggio ormonale, ed ecografia epatica e pelvica (quest'ultima per escludere il sospetto di ovaio policistico).
Poi mi ha prescritto l'acqquisto di creme e cremine, non farmaci! ma prodotti estetici, che mi han fatto spendere un sacco di soldi in farmacia.

Ho gia fatto l'eco e non è stato evidenziato nulla di patologico, nè al fegato, nè all'ovaio.
Non ho intenzione di fare l'RX (c'è davvero un buon motivo per sottopormi ancora a delle radiazioni??).

Ditemi qualcosa perchè io non so più dove sbattere la testa..

[#10] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Una seria validazione dermatologica deve potere essere in grado di impostare un percorso che conduca, come minimo traguardo, alla DIAGNOSI: pertanto potrà ben comprendere come da tale sede il nostro unico auspicio è che lei rinnovi la fiducia e programmi la nuova visita dermatologica, per avere la chiarezza che il suo caso necessita.

cari saluti

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#11] dopo  
Utente 775XXX

Gentilissimo Dr. Laino, non comprendo la sua risposta, la diagnosi nel mio caso è chiara ed è gia statà fatta: orticaria solare. Il problema adesso è capire come agire. Mi sono state proproste varie alternative. Provare con la fototerapia Uvb TL0. Poi assumere clorochina per tutti i mesi estivi (pregando Dio che la mia retina si mantenga in salute..).
Altra alternativa, provare sempre la fototerapia Uvb TL0, poi assumere antistaminici per tutto il periodo estivo. Che ne pensa lei? è meglio la clorochina o l'antistaminico, in termini di benefici&effetti collaterali? considerato che in entrambi i casi dovrò assumere i farmaci per un tempo molto lungo... A proprosito, se usassi delle creme a base di acido paraminobenzoico, potrebbe funzionare? e ancora: come è possibile che io mi macchi anche se sto dietro un vetro, o in auto, se i vetri schermano i raggi UVB che sono proprio quelli a cui sono intollerante?