Utente 854XXX
Buongiorno,
non ho mai avuto in passato tanta attenzione su tematiche mediche perchè fortunatamente pensavo di godere di buona salute. Ho voluto (mi sembrava giusto dopo anni e per correttezza nei confronti del partner) sottopormi a esami. La sorpresa mi è arrivata dagli esami del sangue appena ritirati.
TEST HIV 1-2 = Negativo,
TEST HBV & HCV =Negativo

Per quanto riguarda invece TEST SIFILIDE:
VDRL positivo (1/128),
TPHA 1/20480,
IgG = 9,10 (!!!),
IgM = 0,90 (esito dubbio).
E' vero, in passato ho avuto rapporti sessuali non protetti, ma mai ho avuto sentore di comparsa di macchie, escoriazioni, brufoli su glande e/o pene in genere o sul corpo.
L'esito mi ha destabilizzato. Non poco. Vivo la cosa con molta apprensione.
Cosa significa tutto questo? Ho iniziato a documentarmi al momento su internet avendo appena ritirato esami (devo cercare immediatamente un medico venereologo/infettivologo, lo so) e vorrei capire a che stadio sono.
Ripeto, il primo e secondo stadio se lo ho avuto, non me ne sono accorto in quanto non ho mai avuto segni su pelle. Vuol dire che sono già al terzo stadio o è ancora latente?

Vi ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

lei NON è al terzo stadio della Sifilide: questo deve esserle chiaro da subito.

Una gran percentuale di Sifilidi ad oggi giorno sono dette SIEROLOGICHE (un tempo definite DECAPITATE: mancanti ovvero del Sifiloma primario e della manifestazione cutanea o mucosa secondaria).

Questo accade per diversi motivi:

1. il SIFILOMA, che è una lesione non dolente è localizzato in sedi non visibili ad occhio nudo (oro-faringe, canale anale, interno della vagina et cetera) e la manifestazione secondaria è blanda e quindi non desta l'attenzione del paziente

2. il paziente assume una terapia antibiotica per altri motivi (faringiti, bronchiti, interventi chirurgici et cetera) e questa assunzione PUR NON CURANDO la Sifilide, ne copre la sintomatologia obbiettiva.

NEl suo caso specifico:

è possibile ipotizzare - in via non vincolante e non diagnostica - che la sua Sifilide sia piuttosto recente ma non recentissima (dai tre ai quattro cinque mesi, ma in linea teorica).

Deve quindi rivolgersi prontamente per la cura del caso al medico specialista Venereologo (esperto di cute e mucose genitali e di MST) per la diagnosi precisa e la cura del caso.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 854XXX

Grazie Dottore,
appena ho potuto mi sono recato da un Medico specialistico. Mi prescritto la cura a base di Diaminocillina (sembra esaurita e quindi sostituita con Benzilpenicillina). n.8 fiale: 1 x settimana. Mi sembrano tante, ma ha voluto andare "sul pesante" x "essere sicuro".
Tra un paio di mesi rifarò gli esami e vedremo.
Ancora grazie

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
siamo qui. In bocca al lupo!

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it