Utente 882XXX
Mio figlio, 20 anni, ha problemi di acne da un paio di anni. Ad aprile di quest'anno si è convinto ad andare da un dermatologo. Diagnosi: acne papulo pustolosa prevalentemente al tronco; prescritto Tatralysal 30 mg. per due mesi + Duac Gel alla sera. A luglio prescritto Bactrim per una settimana + Differin Gel sino a settembre poi riprendere il Duac. Ad ottobre ulteriore controllo da cui si rileva miglioramento al tronco ma peggioramento al viso. Ci viene prospettata l'ipotesi di usare il Roaccutan dopo aver effettuato alcune analisi del sangue e ci viene comunicato che il prodotto potrebbe avere alcuni effetti collaterali importanti sul fegato, sui reni e anche sul sistema nervoso per cui all'atto dell'eventuale prescrizione occorrerebbe firmare un consenso informato. Il ragazzo, incuriosito, ha effettuato una ricerca su Internet stampando il modulo del consenso e ha voluto discuterne con noi genitori perchè alcune cose non lo hanno convinto del tutto; in particolare ha letto che il Roaccutan si prescrive solo in caso di diagnosi "acne nodulo cistica". Interpellato, lo specialista insiste. Avremmo deciso di informarci meglio e, pertanto, chiediamo che cosa ne pensino i Vostri specialisti. Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Dico di fidarvi assolutamente del vostro dermatologo: è lui a poter valutare e prescrivere secondo sua scienza e coscienza (nonchè responsabilità) il farmaco che nei casi indicati è molto importante.

mi sembra che il collega si stia comportando in modo ineccepibile: state sereni.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it