Utente 387XXX
Salve, sono un ragazzo di 22 anni e da circa due mesi ho cominciato a notare una perdita di capelli prima di lieve entità, poi sempre più severa. Da circa 3 settimane la situazione sembra essersi stabilizzata, ora la mancanza di capelli e molto meno vistosa, ma più per la crescita dei capelli rimasti che per una ricrescita di quelli caduti. La causa più probabile è un uso di testosterone che ho fatto questa estate (400mg a settimana per circa 7.5 settimane), ma durante questo periodo sono stato sotto forte stress a causa di esami universitari, quindi non escludere anche questa causa. Tralasciando la stupidità di ciò che ho fatto, oggi mi sono recato dal dermatologo (a cui ho parlato anche ddell'uso di testostrone) per una visita, lui ha classificato la mia perdita di capelli come "telogen effluvium" e quindi perdita temporanea e come terapia mi ha suggerito la lozione "maca repair ridensificante" e lo shampoo sebolyse. Il mio dubbio a questo punto è: può trattarsi veramente di telogen effluvium anche se dovuto all'assunzione di testosterone? Inoltre essendo uno studente fuori sede e quindi avendo delle finanze limitate vorrei sapere se una lozione a base di maca possa essere veramente efficace, dato che come prezzi si aggira sui 50/60€. Avrei bisogno di questi chiarimenti perché la visita dal dermatologo è stata molto breve e mi ha lasciato parecchi dubbi. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Senza entrare troppo nello specifico di una terapia data da un collega, che ha potuto visitare (non è corretto!) posso osservare che certamente l'uso di testosterone può accelerare la caduta di capelli per la nota conversione in DHT. Ovviamente si può inserire anche una caduta a tipo effluvium dovuta ad altri fattori , ma ciò andrebbe verificato in visita e con la diagnostica laboratoristica e clinica.
La sua terapia è certamente proponibile , e vi è attività del principio attivo , ma naturalmente per dire di più bisognerebbe aver fatto un percorso diagnostico , che è abbastanza complesso ma necessario .
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)