Utente 434XXX
Salve a tutti, sono un ragazzo di (quasi) 23 anni e ormai da un paio soffro di quella che ho scoperto chiamarsi eritrofobia. Mi succede dappertutto, in qualsiasi situazione, comprese le più banali, e solo in condizioni termiche favorevoli (molto fredde) o quando sono appena sveglio riesco ad evitare questa triste esibizione di vergogna. Alle volte ricorro all' alcool per trovare un po' di pace, sapendo benissimo di aumentare il rossore facciale di fondo ma attenuando al contempo l' insostenibile ansia derivante da questa situazione. Anche una semplice serata con gli amici rappresenta un rischio da ben ponderare, tuttavia sono riuscito a non ridurre ai minimi termini la mia vita sociale, a spese della mia energia nervosa s' intende.
Le innumerevoli testimonianze trovate su Internet e i tanti consulti in merito chiesti su questo sito web mi hanno permesso di capire che sostanzialmente esistono 3 strade per affrontare questo problema: una psicoterapia, una terapia farmacologica e l' intervento chirurgico. Sarei molto lieto se riusciste a fornirmi tutte le informazioni più utili per guidarmi in questa scelta. Personalmente sono orientato a riservarmi la via chirurgica come ultima possibilità, mentre almeno inizialmente percorrerei la prima strada, associata a dei farmaci (a proposito, sono prescrivibili da parte di uno psicoterapeuta?) che possano dare un sollievo a breve termine, ma non riesco a decidermi sul professionista a cui rivolgermi. In attesa di una vostra cortese risposta vi porgo i miei saluti.

[#1] dopo  
Dr.ssa Paola Scalco

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
CASTELL'ALFERO (AT)
ASTI (AT)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazzo,
uno psicoterapeuta può prescrivere farmaci solo se è medico (solitamente psichiatra, ma non necessariamente), non lo può fare invece se si tratta di uno psicologo psicoterapeuta.
Nella sua scelta tenga però presente che questa terapia integrata (medicinali e psicoterapia) sarebbe meglio venisse effettuata da due professionisti differenti che, su suo consenso, possono scambiarsi informazioni e opinioni sulla situazione.

Per trovare a chi rivolgersi può cercare sul web lo specialista che più la "ispira", dal momento che perché la terapia sia efficace è importante che si crei una certa alleanza e che Lei si possa sentire a suo agio nel parlare di sé.
Può, ad esempio, cercare tra i colleghi iscritti a questo portale quelli che esercitano nella sua zona, consultando le loro schede personali: https://www.medicitalia.it/ricerca/specialista-per-provincia.php

Cordialmente,
Dr.ssa Paola Scalco, Psicologa
specialista in Psicoterapia Cognitiva e perfezionata in Sessuologia Clinica
https://www.psicologi-italia.it/psicol

[#2] dopo  
Utente 434XXX

La ringrazio della risposta. In una richiesta di consulto molto simile, su questo forum, ho letto che un farmaco come il Citalopram (per cui non c' è bisogno di ricetta, se non erro) può essere di grande aiuto? Lei cosa ne pensa, crede che mi convenga rivolgermi al mio medico di base?

Sarebbe così gentile da darmi il suo parere anche sull' intervento chirurgico? Qualche informazione attinente ai centri più indicati per questo tipo di operazione.
Grazie per la Sua disponibilità.

[#3] dopo  
Dr.ssa Paola Scalco

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
CASTELL'ALFERO (AT)
ASTI (AT)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non essendo medico, non le so dare informazioni né sui farmaci, né sull'intervento.
Ciò che posso fare è girare il suo consulto in area Dermatologia, così che altri le possano rispodere in merito.
Saluti.
Dr.ssa Paola Scalco, Psicologa
specialista in Psicoterapia Cognitiva e perfezionata in Sessuologia Clinica
https://www.psicologi-italia.it/psicol