Utente 453XXX
Salve gentili dottori. Sono un ragazzo di 22 anni a cui è stata riscontrata alopecia amdrogenetica all'età di 17 anni. Sin da allora ho effettuato trattamenti (ai tempi con minoximen 5% per circa un anno e mezzo). Sospesi il minoxidil perché avevo una leggera iperemia nell'area cutanea. Dopo un 3-4 mesi dalla sospensione (mi era rimasto un po' di minoxidil nella boccetta) decisi di finirlo, ed ebbi una caduta pazzesca, tant'è che i capelli cadevano a ciocche. Mi recai dal mio dermatologo di fiducia che mi propose di fare il prp (feci 5 sedute) la caduta si arrestò, ma non ebbi ricrescita. Da allora feci una cura "contenitiva" a base di minoxidil 3%, estrone, progesterone e spironolattone, da mettere 3ml a sere alterne. Situazione statica, la lozione faceva poco e dopo un paio d'anni il mio cuoio capelluto sembrò adattarsi. Il dermatologo mi propose le lampade LLLT. Feci circa 40 sedute, praticamente inutili. Cambiai dermatologo, questo mi consiglio il finasteride. Ero scettico ad usarlo, visto i possibili effetti sull'apparato urogenitale. L'ho usato per un paio di mesi, finché la mia libido non era scomparsa e iniziai ad avere dolori testicolare. Sospesi, anche su consiglio di un mio professore di urologia (studio medicina al 4o anno). Adesso non faccio alcun trattamento da circa 7 mesi, ovviamente i capelli cadono e mi infastidisce l'idea di dover "combattere una guerra" restando praticamente inerte. Vorrei riprendere il minoxidil, ma la paura che possa verificarsi nuovamente quella caduta mi ferma. Nella mia ultima visita dermatologica (circa ottobre 2016) ero scala 2 norwood.. Adesso sono tipo una via di mezzo tra due e tre, se così possiamo dire. Voi cosa mi consigliate? Secondo il vostro parere, dovrei tentare o lasciar cadere tutto e poi a 30anni mi faccio un bel trapianto?
Ho sentito parlare anche di una lozione di un certo dottor brotzu, ma su pubmed non ho trovato nulla inerente qualcosa di utile a riguardo, potreste chiarirmi un po' le idee a riguardo?
Vi ringrazio anticipatamente per la vostra cordialità e disponibilità.
Saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile ragazzo, non perda tempo e si riferisca all'esperto dermatologo tricologo al fine di fare una diagnosi precisa e iniziare una terapia efficace. Mi occupo di calvizie da vent'anni e le posso assicurare che le terapie non solo funzionano ma possono addirittura permettere un rinfoltimento non chirurgico del cuoio capelluto. Pensare solo al trapianto è praticamente inutile, poiché non esiste trapianto che possa rimpiazzare un paziente affetto da alopecia androgenetica stabile e completa. Si può parlare di trapianti solo quando si è in presenza di una terapia efficace che salvi i capelli che già ci sono.
Cari saluti
Dott.Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it