Alopecia diagnosi

Gentili dottori,
A seguito di un leggero diradamento solo nel vertex mi sono recato da due dermatologi che dopo aver effettuato il pull-test e la dermoscopia non hanno evidenziato patologie cliniche ne capelli miniaturizzati attribuendo la cosa a un problema fisiologico nonostante la mia età. Tuttavia a me è sorto un dubbio: so che non esistono diradamenti fisiologici in quella zona e quindi è veramente così difficile riscontrare una androgenetica ? Dovrei recarmi da qualche altro dermatologo per un ulteriore riscontro ? Vi ringrazio anticipatamente e vi porgo i miei più cordiali saluti.
[#1]
Dr. Giampiero Griselli Dermatologo, Medico estetico 8,5k 304 152
Gent.le Pz
La diagnosi di alopecia androgenetica non è difficile e si basa su tricogramma, tricoscopia-dermatoscopia con riconoscimento di fattori specifici.
Ricerca di miniaturizzati ,anisotrichia ,Yellow dot ,insieme a fattori minori ,e la comparazione con aree androgeno indipendenti sarà fondamentale.
Purtroppo spesso vi sono associazioni di vari fattori diversi nelle cadute ,per cui vi possono essere slatentizzazioni di situazioni non apprezzate in precedenza.
Darei fiducia ai colleghi ,in ogni caso.
Cordialità

Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Brescia,Porto Tolle(RO)

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille Dott.Griselli, forse sarà il caso di ricercare qualche dermatologo esperto nella cura dei capelli al fine di evitare peggioramenti della situazione. I suoi colleghi oltre a una veloce dermoscopia, pull-test e confronto di due capelli presi dalla zona androgeno-dipendente e indipendente non hanno fatto, lasciandomi quindi nel dubbio di una possibile androgenetica quale unica ipotesi per il diradamento. La saluto
[#3]
dopo
Utente
Utente
Dottore mi perdoni volevo porle un ultimo quesito: il diradamento di tipo fisiologico nella parte del vertex è possibile? La ringrazio ancora e le porgo cordiali saluti
[#4]
Dr. Giampiero Griselli Dermatologo, Medico estetico 8,5k 304 152
Il diradamento del vertice è espressione tipica della alopecia androgenetica in quanto è lì che vi è la grande sensibilità dei recettori al DHT.
Potrebbe essere che rimanga misconosciuto finché un aumento generalizzato della perdita ,anche per cause parafisiologiche quali effluvi stagionali o anche la perdita da invecchiamento fa perdere quell'effetto "doppler" che non lo rendeva evidente.
In ogni caso la AGA tende a stabilizzarsi dopo i 30 e interintervengono di più altri fattori.
Discorso complesso...
Cordialità
[#5]
dopo
Utente
Utente
Dottore ma chi come me ha 32 anni quasi e ha cominciato adesso quando vedrà la stabilizzazione della malattia? La saluto e la ringrazio per la sua disponibilità infinita
[#6]
Dr. Giampiero Griselli Dermatologo, Medico estetico 8,5k 304 152
La AGA ha il suo massimo sviluppo nel periodo 18-30 a causa della increzione ormonale massimale. Ed è lì che si vedono i "danni"maggiori. Poi si stabilizza. Per questo un problema che si manifesta dopo i 30 in maniera più o meno acuta non può essere dovuta essenzialmente o in maniera precipua alla AGA ,che è un defluvium in telogen ,lento.Cordialità
Dott.G.Griselli

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa