Utente 480XXX
Salve ho 24 anni , nel 2014 all'età di 21 anni dopo aver avuto un'erezione notturna durata più ore , al mio risveglio ho notato un arrossamento simile a ragadi nella pelle del propuzio. Non curante ho tralasciato questo dettaglio riscontrando però che "'l'infiammazione" persisteva anche a distanza di un giorno .
Per motivi di timore e ammetto ignoranza ho tralasciato questo problema per mesi fin quando la pelle del prepuzio non si è come cicatrizzata su tutta la circonferenza del prepuzio lasciandomi in modo cronico la pelle secca e perennemente dolente con ripetute infiammazioni e irritazioni ogni qual volta provavo ad avere rapporti sessuali con il mio partner o masturbazione.
Nella mia prima visita urologica mi sono state prescritte una pomata cortisonica per l'infiammazione e una pomata micotica nel caso il cortisone non avesse funzionato per la terapia .
Nonostante il trattamento la pelle del prepuzio è rimasta irritata e cicatrizzata come delle smagliature che mi impedivano di avere una vita sessuale serena .
Ho effettuato poi diverse visite dermatologiche dove non mi è stato riscontrato nulla di particolare o nessuna malattia venerea.
Nell'ultima visita però dopo aver specificato i miei sintomi e i miei disagi il medico mi ha prescritto una pasta doa zinc per lenire la pelle ma è stato un palliativo in quanto continuo a soffrire di dolori e difficoltà sia nella masturbazione che nei rapporti sessuali a causa di queste cicatrici che con il tempo si sono leggermente estese verticalmente .
Rassegnato da questo mio disturbo ho imparato a conviverci soffrendone sia fisicamente che psicologicamente .
In questi giorni però ho notato che sul prepuzio sono ricomparse i segni rossi avuto all'inizio di questo disturbo di un color rosso. Sembrano come tagli interni all'epidermide ma senza fuoriuscita di secrezioni o sangue .
A tal punto mi chiedo se possa soffrire di lichen sclerosus o se semplicemente la pelle del mio pene a causa di una mancanza di elasticità e collagene non abbia creato questa secchezza con la pelle simile a cicatrici che mi provoca dolore quando sotto sforzo (come nel caso della masturbazione )

Sapreste indicarmi in prossimità se questi sintomi sono riscontrabili in malattie veneree o nel lichen sclerosus?

Mi auguro in una risposta esaustiva , grazie in anticipo e distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

ecco la risposta "esaustiva" che cerca:

occupandomi di Lichen sclerosus in ambito clinico, sperimentale e chirurgico da 20 anni, possono serenamente comunicarle che è pressochè IMPOSSIBILE capire se una descrizione possa essere appannaggio o meno di un'ipotesi di lichen sclerosus/scleroatrofico.

Esistono tantissime condizioni, dalle più sfumate alle più franche, fino a quadri patologici sovrapposti che codificano questa malattia e che solo l'occhio dell'esperto (e sovente anche ulteriori esami strumentali che variano dalla dermoscopia - peniscopia digitale alla biopsia cutanea) può indagare e supporre.

Per altri dati sul lichen sclerosus:

https://www.medicitalia.it/blog/dermatologia-e-venereologia/2074-10-segni-lichen-sclerosus-scleroatrofico-orientamento-paziente.html

https://www.medicitalia.it/blog/dermatologia-e-venereologia/2485-lichen-sclerosus-terapia-bisturi.html

https://www.medicitalia.it/news/dermatologia-e-venereologia/2316-lichen-sclerosus-nuova-terapia-pubblicata-european-journal.html
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 480XXX

La ringrazio infinitamente per la risposta ,
Secondo lei quale visita medica è più consona per capire il mio disturbo ?
Le visite dermatologiche non hanno riscontrato nessun successo .

Lei cosa mi consiglia ? Una visita dermatologica venerologica andrebbe bene ?

Distinti saluti .

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Da dermo-venereologo Cher si occupa da anni di lichen sclerosus non posso dire altro: lo specialista di riferimento è e rimane solo il dermatologo venereologo
Molti cari saluti
Dott.Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it