Utente 594XXX
Gentili medici,

avrei bisogno di chiedervi se mi potevate consigliare la dose di zinco giusta da assumere al giorno . Volevo rinforzare i miei capelli, dato che da quando sono diventata vegetariana ho notato che si sono indeboliti parecchio. Sono andata in una delle farmacie della mia città dove mi hanno fatto il test con la microcamera ( non so il termine esatto) e mi hanno consigliato di usare dei shampoo che secondo me fanno ben poco, e costano una fortuna. In effetti non li compro più perché penso che bisogna rinforzarli ''da dentro''.
Ho letto tantissimo sui vari integratori alimentari (combinazione di vitamine B e zinco) ma volevo sentire la vostra opinione perché non vorrei esagerare o fare dei scompensi vitaminici.

Aspetto una vostra risposta

Grazie :-)
Ale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

semplicemente: i capelli NON si rinforzano con lo zinco o con altri metalli: la maggior parte dei minerali assunti con la dieta, non arriva al follicolo ed al fusto del capello, pertanto ci sentiamo di ridimensionare tutto quello che i mass media - che non si basano sulla medicina specialistica - tendono a far passare come fondamentale per la salute dei capelli.

Tenga presente che assieme al suo dermatologo di fiducia (e solo ad esso - ricordiamo che il dermatologo è l'unico tricologo esistente), potrà inquadrare al meglio la sua situazione e programmare uno schema diagnostico e terapeutico adatto.

Cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Dr. Antonio Del Sorbo

28% attività
0% attualità
12% socialità
SCAFATI (SA)
SALERNO (SA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Consigliare un farmaco senza aver prima effettuato una visita specialistica ed essere giunti ad una diagnosi (es. telogen effluvium, alopecia androgenetica femminile, carenza di ferro, etc) serve molto poco all'utente, che si ritrova ad acquistare un prodotto, magari inutile e anche costoso. Una dieta vegetariana a volte può privare l'organismo di micronutrienti utili all'organismo. La carenza di ferro può essere a volte una possibile causa di diradamento nel vegetariano e viene monitorata dal proprio medico curante con un semplice prelievo (es. ferritina, sideremia, etc). Una volta giunti ad una diagnosi precisa, il Suo dermatologo provvederà (se lo ritterrà rilevante per il Suo caso specifico) ad integrare l'alimentazione, con integratori tricologici bilanciati, che oltre al dosaggio quotidiano (RDA) dello zinco, fornisce il giusto apporto quotidiano di altri micronutrienti. In questo modo sarà possibile assumere con una sola compressa al giorno, gli elementi utili alla Sua situazione, tenendo conto del fabbisogno quotidiano. Cordiali saluti.
Dott. Antonio DEL SORBO
Specialista in Dermatologia e Venereologia
Sito web: www.ildermatologorisponde.it