Pizzico alla gamba sinistra

Buonasera,   sono una ragazza di 24 anni e da una settimana,   di diversa intensità ma mai eccessiva,   sento dei continuii pizzichi  (tipo scossette elettriche)   che pungono all'interno della gamba sinistra ed anche esternamente ad esempio in contatto con la tuta o pigiama ecc!   Li percepisco proprio sotto al ginocchio nella parte dietro  (precisamente nella piegatura tra coscia e polpaccio).

Premetto che la gamba sta bene,   non è gonfia ne rossa ne tantomeno dolorante;   io faccio di tutto in modo naturale,   cammino tranquillamente ed addirittura ogni giorno faccio un ora di cyclette!   Quindi non fa male ma appena sto in piedi e tengo il polpaccio leggermente teso poi mi pizzica con una diversa intensità.

Premetto che sono una persona estremamente ipocondriaca ed ansiosa però questa cosa mi preoccupa,   non vorrei che sia un problema di circolazione sanguigna;   purtroppo qualche mese fa una ragazza è mancata a causa di un'embolia dovuta a trombosi alla gamba  (prendeva la pillola,   fumava e ogni tanto beveva qualche drink) ,    da quel momento io penso sempre che possa succedere anche a me,   pur non avendo nessun tipo di fattore fi rischio  (nessuna patologia,   non fumo,   non bevo,   analisi del sangue assolutamente perfette da far invidia,   mangia sanissimo,   bevo sempre più di un litro d'acqua al giorno e sono in normopeso,   in più sono gruppo sanguigno 0)... non vorrei che questi pizzichi siano dovuti all'ansia... non so il motivo ma mi sono fissata che possa capitarmi qualcosa di brutto e riverso tutta la tensione nella gamba che ormai non ne può più,   passo tutte le giornate misurandole per vedere se è più gonfia!   Ogni minimo dolorino mi manda in confusione,   in estate ho preso le gocce di xanax ma adesso sono nuovamente punto e a capo... secondo voi è dovuto all'ansia  (quindi psicosomatica)   o davvero mi sta succedendo qualcosa di grave??
[#1]
Dr. Alessandro Benini Dermatologo 3,1k 72
Gent.ima Utente, quelli che lei indica come "pizzichi" altro non sono che disestesie su cute sana (sine materia).Talvolta accompagnate a dermatiti perlopiù autoindotte vedi grattamento e/o strofinamento che classifichiamo nelle neurodermiti (lichen simplex) di origine psichica (stress o altri avvenimenti).Pertanto non posso che rassicurarla per quanto riguarda il fatto che sottostante a ciò che lei descrive non vi sia alcuna patologia, ma con questo la invito comunque a risolvere le sue paure con supporti vari, per non andare incontro alla cronicizzazione del disturbo.
Cari saluti

Dr.Alessandro Benini
Dirigente Medico Centro Grandi Ustionati
Osp."M.Bufalini" Cesena

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buonasera, grazie mille dottore per la risposta.
Quindi mi assicura che non si tratta di alcun tipo di patologia, tanto meno trombosi, ma qualcosa di "psicologico" dovuto ad ansia

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa