Utente 116XXX
Salve, sono una ragazza di 25 anni e soffro di acne da circa 2 anni. Tutto è iniziato dopo un forte periodo di stress e l’assunzione di psicofarmaci. Appena è comparso il problema mi sono rivolta ad un dermatologo il quale mi ha sottoposta a sedute di acido glicolico per circa 6 mesi. La situazione era notevolmente migliorata, tuttavia, dopo quale mese, il problema si è rimanifestato. Ho ricominciato la cura di acido a settembre e ad oggi (cioè dopo circa 10 mesi) l’acne non scompare del tutto, anzi sta di nuovo peggiorando. Mi sono sottoposta a numerose analisi come la curva da carico glicemico (da cui è risultata una piccola anomalia), e dosaggi ormonali (il ginecologo non ha riscontrato nessun problema particolare anche se ha ritenuto opportuno prescrivere la pillola anticoncezionale). In generale ho potuto notare una noncuranza generale degli specialisti rispetto a questa malattia che mi sta provocando non pochi problemi anche a livello psicologico. Dal momento che spesso noto anche dei rash cutanei, che si manifestano senza un apparente motivo, ho pensato di effettuare anche l’esame per la ricerca dell’Helicobacter pylori.
Voglio sottolineare che ho problemi di ipotiroidismo (curato con eut. da 25), ho la psoriasi (che però non è più visibile) e sono allergica al nickel.
Vi sarei molto grata se poteste indicarmi quali altri esami dovrei eseguire e se continuare la cura di acido. Grazie anticipatamente.
E.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

possiamo dire che ad oggi l'acne può essere curata e con efficacia: questo può essere determincato seguendo l'algoritmo diagnostico terapeutico per questa patologia:

ogni acne ha la sua storia e nelle donne tante connessioni possibili: approfitti di tutto questo per procedere con una diangosi specifica assieme al suo dermatologo.

ci tenga pure aggiornati della situazione.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 116XXX



Quindi una volta escluse connessioni ginecologiche ed endocrinologiche non mi resta che continuare con l'acido o ci sono altre indagini che posso fare?
grazie

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
sicuramente, ma serve la visita diretta con il dermatologo che dovrà riaggiornare. Cari saluti

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 116XXX

Domani ho un altro consulto, vi terrò aggiornati.
Grazie di cuore

[#5] dopo  
Utente 116XXX

buongiorno.
un paio di settimane fa sono stata dal dermatologo il quale, come cura, mi ha dato solo un antibiotico (tetralysal) e una crema (isotrexin). la cura dovrebbe durare in tutto 28 giorni e poi espormi al sole. tuttavia sono 15 giorni che prendo queste compresse e non vedo miglioramenti, anzi la produzione di pustole sta aumentando. Mi chiedevo se il farmaco ha questo effetto, se questo è sintomo di una pulizia della pelle e quindi se posso interpretarla come una buona premessa per la guarigione.
ormai sono molto confusa sull'argomento, vi prego di aiutarmi.
grazie