Utente 141XXX
Salve sono un ragazzo di 25 anni,

è ormai un mese che sono molto preoccupato perchè ho un dolore sotto entrambe le ascelle che a volte si presenta come una "pungicata" ed a volte come un bruciore. Specifico subito che non ho nessun tipo di rossore nella zona ascellare. Inoltre a volte avverto dei dolori come delle fitte al petto a volte verso sinistra ed a volte verso destra.

Sono andato dal medico il quale mi ha prescritto degli esami del sangue dai quali sono risultati i seguenti valori "alterati" (gli altri che non segno sono tutti nella norma):

- Monociti 11.70 [valore riferimento 2-10%]
- Sideremia 50 [valore riferimento 60-156]
- Latticodeidrogenasi(LDH) 190 [valore riferimento 240-480]
- Proteina C Reattiva 10,5 [valore riferimento < 5 ]

Inoltre i valori alterati delle URINE:

- PH 5 [valore riferimento 5,5-6,5]
- Proteine 37,6 mg/dl
- Emoglobina TRACCE

Il mio medico di base mi ha comunicato che c'è un'infiammazione in corso vista la PCR alta e mi ha prescritto un'antinfiammatorio a base di ketoprofene e delle pasticche di ferrograd per una settimana vista la sideremia bassa.

Questo però dopo 3 giorni non ha portato grandi risultati e continuo ad avere sporadicamente dolori al petto ed invece fisso un dolore alle ascelle.

Potrei avere un vostro parere sulla situazione ed eventualmente qualche altro accertamento che potrei fare? Sinceramente sono un pò preoccupato perchè il dolore alle ascelle è sempre costante ed ogni tanto ho quei dolori al petto.

Vi ringrazio anticipatamente per le risposte.

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Visto il lieve rialzo dei monociti faccia i tests per mononucleosi e proprio per sua massima tranquillità un ECG, dopo di chè , se tutto normale, stia tranquillo, vdrà che le passerà con un po' di tempo
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 141XXX

Salve,

la ringrazio per la risposta molto celere. Sperando di non approfittare della disponibilità volevo porre qualche domanda che mi attanaia la testa e che non mi fa stare così tranquillo come forse dovrei.

Lei mi consiglia di effettuare un Elettrocardiogramma e probabilmente provvederò al più presto. Io avevo pensato anche di effettuare un'ecografia perchè le ascelle sono sede di linfonodi e da quello che ho letto su internet magari può essere che ci sia qualche linfonodo ingrossato anche in profondità ed avendo dolore ad entrambe le ascelle magari potrebbe essere qualcosa di più serio ( non so linfoma o qualche altra patologia da non sottovalutare). Crede che avrei notato esami alterati in altra maniera?
La PCR elevata è indice di infiammazione ma non riesco a capire bene a questo punto che tipo di infiammazione possa essere. Il valore 10,5 è comunque preoccupante o indice di un'infiammazione "leggera"?

Come elemento le comunico anche che negli esami del sangue c'era anche l'Elettroforesi delle proteine ed i risultati di quest'ultimo sono risultati tutti normali ed entro i valori standard.

Inoltre volevo sapere se dovermi preoccupare della presenza di proteine nelle urine e delle tracce di Emoglobina.

RINGRAZIO veramente tanto per le eventuali spiegazioni e risposte alle mie domande che saranno sicuramente (spero) motivo per stare un pò più tranquillo.

Grazie di cuore..

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
La PCR è indice aspecifico di infiammazione, quindi si alza in tutti i casi ma non ci dice qual'è la causa. Nessun problema per le tracce di proteine ed emoglobina. L'ECG che le consiglio è soltanto a scopo precauzionale per questo dolore al petto non perchè sospetto qualcosa. Prima di fare l'ecografia faccia palpare al suo medico i linfonodi ascellari così lo dirà lui se sono ingrossati o nò.
Un saluto

A. Baraldi