Utente
buongiorno dottore, in breve le descrivo la situazione attuale: sono affetto da mieloma multiplo e da 2 anni circa assimilo la chemio x via orale ma dalle ultime analisi fatte in data 04 marzo 2010 rispetto alle precedenti fatte il 16 febbraio 2010 i valori sono terribilmente scesi rispetto ai parametri indicati accanto. Le riporto i valori degli esami:
16 febbraio 2010 04 marzo 2010
HGB (11.7) (10.2)
RBC (3,41) (2.98)
HCT (35.4) (30.8)
MCV (103.8) (103.4)
MCH (34.3) (34.2)
MCHC (33.1) (33.1)
RDW-SD (49.5) (49.1)
RDW-CV (13.7) (13.7)
WBC (2.84) (2.25)
NEUT (40.8) (32.6)
LYMPH (50) (58.7)
MONO (8.1) (7.1)
EOSI (1.1) (1.3)
BASO (0.0) (0.0)
PLT (66) (38)
MPV (9.4) (11.5)
P-LCR (22.5) (32.7)
PDW (11.5) (12.9)
PCT (0,06) (0.04)

Non conosco il significato di questi valori ma quello che mi preoccupa è HGB e PLT che sono scesi molto al di sotto dei parametri in poco tempo.
Le chiedo umilmente un consiglio per una terapia d'urto per rientrare più velocemente nella norma e poter riprendere la cura che da qualche giorno ho sospeso.

La ringrazio anticipatamente per l'attenzione che dedicherà al mio disperato appello. distinti saluti

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Qualunque tipo di aggiustamento terapeutico deve essere fatto dagli ematologi che l'hanno in cura, questo per evidenti ragioni deontologiche. Detto questo una chemio porta a riduzione dei valori soprattutto per i bianchi, di cui, però, non ci riferisce il valore assoluto dei neutrofili che è quello importante. Le piastrine , poi, sono basse. Dovrà valutare il suo ematologo , alla luce di questi valori, se sospendere o nò la chemio.
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, la ringrazio tantissimo per la risposta celere alla mia problematica: come le avevo già detto la chemio è stata sospesa proprio per dar modo all'organismo di recuperare ma il motivo che mi ha spinto a chiederle un consiglio è proprio per la mancata motivazione da parte del medico, o meglio l'incertezza o l'inspiegabile reazione.... Le chiedo ancora: i valori troppo bassi del PLT e HGB possono provocare danni irreversibili? quali sono i rischi? oltre a sospendere la chemio mi può consigliare, no farmaci, un'alimentazione o programmi quotidiani per ristabilire l'equilibrio? la ringrazio infinitamente! un saluto

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Nò, non provocano danni irreversibili; vediamo dopo la sospensione che valori si avranno, ma gli attuali valori non causano problemi
Un saluto

A. Baraldi