Utente 154XXX
Salve, vi scrivo perchè sono molto preoccupato, premetto che sono un ragazzo di 32 anni alto 1,81 corporatura media e sono fumatore (10 sigarette al giorno).
Mi è successo questo, circa 5 giorni fa vado a fare la prima giornata di nuoto in quanto voglio prendere un brevetto di salvataggio e visto che ero arrugginito con l'attività fisica ho avuto molte difficoltà, sono tornato a casa che avevo tutti i muscoli indolensiti, la sera vado per urinare e noto un colore molto scuro dell'urina, il giorno dopo di mattina appena sveglio noto la stessa cosa, preoccupato vado a farmi un esame dell'urina e i risultati indicano una forte traccia di sangue, dopodichè il mio medico curante mi prescrive le analisi del sangue complete (tranne i Markes) e un ecografia all'addome. Dai risultati dell'ecografia risulta tutto positivo compreso fegato con grandezza nella norma, ma lo spavento l'ho preso oggi quando sono andato a prendere i risultati delle analisi e vedo transaminasi AST (GOT) 326 e ALT (GPT) 101, tutto il resto nella norma. Corro dal mio medico curante e preoccupato mi prescrive una flebo al giorno per 10gg di Esafosfina da 50 ml più Tationil 600mg. Voglio precisare che l'anno scorso fino al mese di Novembre per stress fisico e psicologico ho abusato di alcool molto spesso, negli ultimi mesi mi è capitato di rado di esagerare un pò, e anche vero che sono 5 anni che non facevo le analisi. Vorrei sapere se questo valore delle transaminasi puo' dipendere da un fattore di alcool o da una malattia epatica. Su mia richiesta al mio medico ho chiesto di fare subito un esame per i Markes, ma lui me l'ha negata dicendo che la faremo tra 10gg, io sono una persona comunque abbastanza ansiosa e non vorrei aspettare 10 gg per la risposta, che rischio c'è se faccio tra due giorni quest'esame? Potrebbe essere anche Mononucleosi? Il fattore del sangue nelle urine è correlato a questa disfunzione del fegato? O è stato lo sforzo che ho fatto in piscina? Grazie

[#1]  
20563

Cancellato nel 2010
Scommetto che il suo fegato non ha niente, nove su dieci e' AST di provenienza muscolare. Anche il pigmento urinario visto dopo la piscina probabilmente era mioglobinuria o un misto mioglobina/emoglobinuria da sforzo.

Non so se negli esami da lei fatti c'erano inclusi CK, LDH e mioglobina, se li avesse fatti li avrebbe trovati altissimi (cosi' si sarebbe beccato pure un elettrocardiogramma). La triade classica del danno muscolare e' CK, LDH e AST elevate (in qs. ordine).

Se la mia ipotesi e' vera, la sua prima giornata di sport deve essere stata gestita in modo abbastanza dissennato, dovrebbe allenarsi con maggior gradualita'.



[#2] dopo  
Utente 154XXX

Gentilissimo Dott. Pietropaolo Bianchi, mi voglio congratulare con lei per questa sintesi di diagnosi che mi ha fatto, perchè dopo una settimana ho fatto le analisi e le transaminasi sono uscite con valori perfetti e anche gli esami epatici con valori negativi, pensi, lei è stato l'unico a dirmi che il fattore è stato dovuto allo sforzo della piscina, quando ho stampato la sua risposta e l'ho portata a tre e dico tre medici tra cui anche un bravissimo epatologo mi hanno riso in faccia dicendomi di non credere alla medicina fai da te su internet... però almeno la soddisfazione me la sono tolta chiamandoli e ricordandogli della sua risposta al mio quesito. L'unica cosa e che ho dovuto fare flebo inutilmente tra cui mi hanno portato anche un forte effetto collaterale che dopo 3 felbo ho dovuto sospendere... sono dimagrito 2 kili in 8 giorni perdendo lavoro e quant'altro e poi sempre chiuso in casa.
La ringrazio davvero di cuore e di nuovo tanti complimenti anche da parte della mia famiglia.

[#3]  
20563

Cancellato nel 2010
Grazie grazie.

La diagnosi di certezza si sarebbe raggiunta con i marcatori muscolari CK, LDH ecc. (non ho capito se li ha fatti). Chiaramente la mia era non era una diagnosi (proibita oltretutto dalla policy del sito) ma una ipotesi alternativa, alla luce del suo racconto.

Gli elementi che fanno dubitare dell'ipotesi di epatite erano: 1) l'urina era scura per emoglobina e non per pigmenti biliari 2) transaminasi troppo basse per un'epatite acuta 3) nelle epatiti sale di piu' l' ALT. Sull'altro fronte pesava molto l'anamnesi per esercizio muscolare.

Le flebo sono un epatoprotettore, che butta giu' le transaminasi se queste sono di origine epatica, e un integratore di fosfato, da usare a ragion veduta. Eventuali disturbi sono transitori, danno non ne fanno.

I colleghi dal vivo hanno mille ragioni di diffidare delle diagnosi su internet, a parti invertite avrei detto lo stesso, i consulti online assomigliano ai quiz di "tempo medico", la realta' e' sempre piu' complessa.