Utente 164XXX
Salve, mi chiamo Veronica ed ho 23 anni. A gennaio 2009 ho avuto una trombosi venosa profonda a seguito di una cura data dal ginecologo, per i microcisti alle ovaie, dove assumevo Yasminelle. Sono stat ricoverata all'ospedale Cardarelli ed ho fatto una cura a base di eparina (Clexane 6000 due volte al giorno per 3 mesi) e in seguito la cardioaspirina per 5 mesi e calze elastiche 140DEN che uso ancora.
Dalla fine della cura, ad oggi, non ho avuto grossi fastidi, ma da circa un mese ho iniziato a prendere Cerazette, ma di notte ho di nuovo i crampi e piccoli doloretti durante il giorno.
Ho fatto un ecocolordoppler agli arti inferiori, la trombosi si è sciolta e non ho residui, ma ho una leggera insufficienza venosa.
Secondo lei è dovuta dal fatto che sto assumendo Cerazette?
O è normale dopo aver avuto la trombosi?

Attendo un cortese riscontro
Cordiali saluti
Veronica

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Io credo che sarebbe opportuno che lei effettuasse anche uno screening trombofilico completo per vedere se ha valori alterati. La pillola , poi , è fattore di rischio per eventi trombotici e , a mio parere, non indicata , visti i precedenti di TVP
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 164XXX

Salve dottore, la ringrazio per la risposta.
Lo screening trombofilico l'ho effettuato pochi mesi fa, ed era tutto nella norma. Lo dovrei rifare?
C'è qualche pomata per ridurre il senso di stanchezza e i crampi notturni?

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Nò, non lo deve rifare, va bene così. Rimane il fatto però, a mio parere, che la pillola la vedo controindicata , visto il precedente episodio di TVP. Si consulti con la sua ginecologa
Un saluto

A. Baraldi