Utente 163XXX
buonasera, ho 33 anni e a causa di una diagnosi di ovaio policistico sto assumendo la pillola Belara come progestinico.
Solo che dalle ultime analisi effettuate risultate regolari sono emersi due valori un po' alterati:la proteina s un po'più bassa 47 a fronte del valore di riferimento compreso tra 60 e 140 el'omocisteina totale plasmatica il cui valore è 15,43 a fronte del valore che dovrebbe essere inferiore a 12.22.
Gli altri valori sulla coagulazione sono risultati nella norma.
Il mio curante ha detto di interrompere l'uso della pillola e mi ha prescritto una visita ematologica che ho prenotato per il 10 settembre.
Ora mi chiedo come comportarmi:il ginecologo di una struttura ospedaliera di Milano che mi ha in cura, mi aveva detto di continuare l'utilizzo della pillola fino a quandonon intendevo avere una gravidanza perchè è l'unico modo per curare i problemi che porta l'ovaio policistico, ma non mi aveva prescritto questi 2 specifici esami.
Vi chiedo un vostro parere.
Se può essre utile, non fumo, non bevo alcolici, e ho una costituzione longilinea.
Pe voi è il caso di interrompere immediatamente o posso continuare almeno fino alla data della visita ematologica.
E poi se smetto la pillola i valori tornano normali o non è detto?
Insomma mi fa paura il rischio di una tromosi però anche i problemi mestruali, l'acne e quant'altro non sono piacevoli a mi creano disagio.
Non era meglio farli prima questi esami?
Attendo una vostra gentile risposta


[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
L'assunzione della pillola altera gli esami ematologici riguardanti proteina C ed S ed altri , e la proteina S può diminuire. La valutazione se una donna può o nò assumere la pillola deve essere fatta atrraverso uno screening trombofilico , prima di assumere la stessa. In parole povere è più che normale che in corso di terapia estroprogestinica vi sia alterazione dei valori, ma , entro certo limiti, questo non deve preoccupare. Riguardo l'omocisteina cerchi di mangiare meno carne e molta frutta e verdura; il trattamento è con ac folico. Ne parli con il suo ginecologo
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 163XXX

grazie dottore, è dire che avevo anche chiesto al curante se gli esami potevano risultare alterati e mi aveva risposto di no!
comunque cerrcherò di parlare anche con il ginecologo.
grazie ancora