Utente 172XXX
salve,sono una ragazza di 21 anni.
4 anni fa ho avuto una normale influenza,con mal di gola e febbre alta sopra i 38°. Ho preso tachipirina ed antibiotici per curarmi. Ho notato però che la febbre non scendeva più sotto i 37°. Il dottore mi ha prescritto ulteriori antibiotici, penicillina e cortisone ma niente, la febbre non se ne andava.
Dopo un mese a letto sono ritornata a svolgere le mie attività quotidiane.
Con la febbre è comparso il mal di testa giornaliero(il mal di gola era passato con i primi antibiotici presi).
In questi 4 anni ho fatto moltissime analisi del sangue.
In sintesi questi sono i risultati:
formula leucocitaria:
02/2006:linfociti 55%-neutrofili 40%
09/2007:linfociti 48%-neutrofili 47%
03/2008:linfociti 45,3%-neutrofili 48,9%
11/2008:linfociti 50,2%-neutrofili 44,1%
05/2009:linfociti 44,2%-neutrofili 48,8%
09/2009:linfociti 49,0%-neutrofili 44,4%
09/2010:linfociti 36,3%-neutrofili 58,4%
VES:
sempre alto, ultime analisi(09/2010)31-riferimento fino a 15
PCR:
ultime analisi 12,7-riferimento 0-8
Anticorpi anti-tireoglobulina:
03/2006:41,7-riferimento 0-50
05/2010:394-riferimento 0-60
09/2010:65,05-riferimento 0-34
valori della tiroide:
03/2006:tsh 8,87-riferimento 0,25-5
05/2010 normali.
Nelle ultime analisi la % delle Alfa 2 globuline è risultato un pò alto 13,6-riferimento 7-12.
Nel 02/2009 mi è stata prescritta l'analisi della tipizzazione linfocitaria con risultato una discreta linfocitosi relativa ed assoluta in assenza di significative alterazioni del profilo fenotipico linfocitario.
Dalle visite fatte risulta una lieve splenomegalia.
Inoltre,tutti i mesi e anche due volte al mese soffro di afte di medio/grandi dimensioni dolorosissime, ho sempre freddo e ho quasi sempre mani e piedi freddi.
Ho scoperto inoltre di avere un'aorta bicuspide.
L'ultimo specialista mi ha diagnosticato un sistema immunitario sempre attivo con la possibilità di comparsa di una malattia del sistema immunitario, mi ha consigliato di tenermi sotto controllo ogni 4 mesi effettuando indagini di routine, comprensive degli indici di flogosi.
Mi piacerebbe fare una visita con uno specialista immunologo ma non so a chi rivolgermi; il mio medico di famiglia non sa come aiutarmi.
Esiste in Italia un centro specializzato nel sistema immunitario?
Cosa mi consigliate di fare?
Attendo con ansia una Vostra risposta.
Grazie mille in anticipo.

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Visti i valori alterati di tiroide, le consiglio una visita endocrinologica per un maggiore approfondimento; sussiste poi un aumento di VES e PCR che sono indici di infiammazione e potrebbero, ipotizzo, essere anch'essi legati a problemi tiroidei
Un saluto

A. Baraldi